Scenografie e realtà

151

Oggi, il nuovo e il vecchio si presentano come due attori, di una tragica rappresentazione, che si muovono su un palcoscenico, ma non sono liberi perché messi a recitare una commedia voluta e organizzata dal mercato dei consumi e dalla speculazione finanziaria, gestori del teatro. Sullo sfondo si fa sfilare, ordinatamente, tutta una realtà fatta […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.