Sulla brevità della vita

374
La natura percepita Anno XV - N. 58 - Giugno 2012 foto di Pina Catino

Come ai tempi di Seneca si continua a correre senza capire sempre dove si vada, guidati da mani occulte tra cui quella che Marx definì il mercato, che in tempi di neoliberismo neanche tanto selvaggio continua a mettere in ginocchio intere Nazioni, aziende, famiglie e uomini che giornalmente sempre più numerosi abbandona la corsa facendo […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.