«Cose dell’altro mondo», una fiaba antirazzista

95

È una pellicola che tratta in modo anticonvenzionale temi come l’immigrazione ed il razzismo, una commedia in cui la fantasia incontra la riflessione sociale

 

 

Vincitore della prima edizione dell’Ischia Film Festival con il bellissimo e spiazzante «Pater Familias», il regista Francesco Patierno torna ad Ischia con la fiaba antirazzista «Cose dell’altro mondo».

Presentata alla 68esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nella sezione Controcampo italiano, dove è stata accolta da dieci minuti di applausi, «Cose dell’altro mondo» è una pellicola che tratta in modo anticonvenzionale temi come l’immigrazione ed il razzismo, una commedia in cui la fantasia incontra la riflessione sociale e che attori come Valerio Mastandrea, Valentina Lodovini e un Diego Abatantuono in stato di grazia rendono al tempo stesso lieve e profonda.

A parlarne nella suggestiva chiesa barocca del Castello Aragonese, nell’ambito degli incontri Parliamo di Cinema condotti dalla giornalista Maria Stella Taccone, sarà lo stesso regista, Francesco Patierno, che, oltre a ripercorrere con il pubblico della Cattedrale l’avventura del film, ci svelerà in anteprima qualcosa riguardo ai suoi nuovi progetti.

 

(Fonte Ischia Filmfestival)