A Taranto la sostenibilità non esiste

256
città 60

Il surrealismo di fine novembre carica la già grave situazione venutasi a creare dopo il 26 luglio di quest'anno, allorquando un giudice della Procura di Taranto, Patrizia Todisco, coraggiosamente ha scoperchiato una pentola stracolma di politica e diossine, complicità e leucemie infantili, corruzione e latte materno avvelenato. Da quel giorno di sole nulla è stato […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.