L’etica del «pane quotidiano»

245

Quando oggi si invoca la legge di mercato come si può fare riferimento alla liberalizzazione e alla concorrenza come espressione di equità? Non c'è insito il principio della compressione delle libere volontà nello scambio e nella contrattazione a causa dell'esaltazione del profitto organizzato, rispondente soprattutto all'imposizione di trust? Le multinazionali dominano lo scenario mercantile e […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.