Editoriale

301
Editoriale 74 2016

Torniamo a parlare di agricoltura, se mai abbiamo smesso... E sì, perché siamo di quelli che credono nella insostituibile validità della pratica agricola. Quando si parla delle origini delle comunità umane si opera una sorta di divisione che nel tempo si è trasformata in antagonismo (cacciatore, agricoltore, allevatore, arti e mestieri, intellettuali...) e non si […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.