Noe di Udine sequestra rifiuti

    224
    noe udine
    (Foto di repertorio)

    Sono diecimila metri cubi nell’ambito della gestione «delle terre e rocce da scavo»: sono state denunciate due persone dai carabinieri

    I Carabinieri del Noe di Udine unitamente a quelli della Sezione di P.G. Isontina, nel corso di attività delegata e dalle risultanze investigative emerse a seguito di specifica attività ispettiva svolta, coordinati dalla Procura della Repubblica di Gorizia, hanno dato esecuzione nel comune di Savogna d’Isonzo (GO), a decreto di sequestro probatorio emesso dalla Procura della Repubblica di Gorizia, di un’area di circa 10.000 metri quadrati, con ivi deposti circa 10.000 metri cubi di rifiuti costituiti da «terre e rocce da scavo», nella disponibilità di una ditta isontina (dedita alla movimentazione terra), deferendo in stato di libertà il Legale rappresentante e il Direttore dei lavori in concorso, per aver gestito illecitamente rifiuti inerti in assenza delle dovute autorizzazioni, avendo di fatto realizzato e gestito illecitamente una discarica di rifiuti inerti, per aver effettuato un ripristino ambientale in assenza di autorizzazione edilizia ed avendo presentato documentazione scaduta nonché per falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico.

    (Fonte Comando Generale Carabinieri)