Fotografando i paesaggi geologici della Puglia

    844
    Mita Quintino Uomini Santa Cesarea Terme LE
    Una delle foto vincitrici l'anno scorso: Mita Quintino, Uomini, Santa Cesarea Terme, LE

    Varata l’11° edizione del Concorso fotografico

    La domande di partecipazione dovrà essere presentata entro il 30 settembre 2020 mentre la premiazione, la cui data sarà comunicata sui siti web degli organizzatori, avverrà durante una manifestazione appositamente organizzata e associata ad una iniziativa pubblica da tenersi in Bari

    È stata lanciata l’11° edizione del Concorso fotografico «Passeggiando tra i paesaggi geologici della Puglia», concorso organizzato dalla Società italiana di geologia ambientale (Sigea), dall’Ordine dei geologi della Puglia (Org) e con il patrocinio della regione Puglia.
    Tre le Sezioni del concorso:
    A. «Paesaggi geologici o geositi», che sarà dedicata ad immagini di luoghi, paesaggi, siti a valenza geologica dove gli elementi geologici o i singoli affioramenti hanno sviluppato forme di qualsiasi tipo e genere;
    B. «La geologia prima e dopo l’Uomo», sezione dedicata ad immagini di opere antropiche che si integrano nel contesto geologico o geomorfologico;
    C. «Una occhiata al micromondo della geologia»; che sarà dedicata ad immagini di elementi paleontologici, sedimentologici e petrografici ripresi a dimensioni naturali o al microscopio.

    Le foto, che dovranno riferirsi esclusivamente a siti e paesaggi della Puglia, consentiranno la premiazione di dodici partecipanti, i primi 4 classificati di ogni sezione, con un premio che consisterà nella pubblicazione delle foto e del profilo dell’autore sui siti web degli organizzatori e con l’erogazione, a ciascuno degli autori delle 12 foto premiate, di un buono acquisto di 100 Euro.

    La domanda di partecipazione dovrà essere presentata entro il 30 settembre 2020 compilando la domanda online (per info: foto.paesaggi.puglia@gmail.com) mentre la premiazione, la cui data sarà comunicata sui siti web degli organizzatori, avverrà durante una manifestazione appositamente organizzata e associata ad una iniziativa pubblica da tenersi in Bari.

    La partecipazione, totalmente gratuita e aperta a tutti coloro che sono interessati a condividere attraverso le immagini le emozioni ricevute nell’osservazione degli aspetti della geologia e dei «paesaggi geologici» della Puglia, è ammessa a tutte e tre le sezioni con un numero massimo di 3 opere per ogni sezione.

    Massima partecipazione, le 12 foto premiate saranno individuate tra 12 autori distinti; rappresentatività dei caratteri geologici e paesaggistici della Puglia; emotività indotta, valore estetico dell’immagine; qualità tecnica dell’immagine, considerandone messa a fuoco, esposizione, contrasto, cromatismo e composizione in relazione a ciò che l’immagine intende rappresentare e comunicare, saranno i principi sui quali la giuria, nominata in piena autonomia dagli organizzatori, baserà la propria valutazione autonoma e insindacabile.

    Alla ricerca, quindi, dei caratteri geologici della regione Puglia in un’estate, che seppur caratterizzata da limitazioni e paure, si impegna con costanza a promuovere la conoscenza e la valorizzazione dei siti di interesse geologico (geositi) e dei paesaggi geologici della regione Puglia.

    Elsa Sciancalepore