«ECoScienza europea» ci dirà come sarà il futuro

633
eolico energia

Dove sta andando l’economia europea

Per quanto riguarda nello specifico la partecipazione degli studenti, questo convegno vuole essere un supporto a quell’attività di rapporto tra scuola e mondo del lavoro che le nuove regole per la ripartenza potrebbero mettere in crisi

Una due giorni all’«Arsenale della Pace» di Torino, per una full-immersion sulle problematiche ambientali, ecologiche, di ecosostenibilità, e sui cambiamenti climatici, che si svolgerà il 26 e 27 novembre con la possibilità di partecipare in remoto tramite Webinar.

È un evento organizzato dall’Associazione Subalpina Mathesis, Sezione Bettazzi, con il supporto della Compagnia di San Paolo e la collaborazione di enti di ricerca e istituzioni, con lo scopo di fornire un quadro generale del settore e della direzione verso cui sta andando l’economia europea e favorire l’incontro tra il mondo della ricerca e quello della produzione.

Per quanto riguarda nello specifico la partecipazione degli studenti, questo convegno vuole essere un supporto a quell’attività di rapporto tra scuola e mondo del lavoro che le nuove regole per la ripartenza potrebbero mettere in crisi.

L’Unione europea ha scelto di investire nei prossimi anni ingenti somme di denaro a sostegno dell’economia verde. È un’occasione per il nostro paese nel momento in cui si cercherà di uscire dalla crisi economica. Questo convegno intende essere un piccolo contributo all’Italia che riparte, concentrandoci su un settore, quello del riciclo e dell’energia pulita, nel quale il nostro gruppo di lavoro ha maturato una buona sensibilità e una certa competenza. Si cercherà di coinvolgere nell’organizzazione del convegno il mondo della ricerca, della produzione e della scuola.

La due giorni di convegno conclude una serie di iniziative culturali e didattiche nell’ambito di MAT-TO (Matematica, Tecnologia e Ambiente – Torino), iniziate, tutte da remoto, lo scorso 22 ottobre con gare di matematica, laboratori di matematica e fisica via web, e mostre didattiche.

Il convegno «ECoScienza europea», della durata di due giorni, sarà aperto anche alla cittadinanza e verterà sui seguenti sui seguenti temi:

  • Economia sostenibile, riduzione delle diseguaglianze e lotta alla povertà
  • Il piano europeo per l’economia verde
  • Il cambiamento climatico
  • Ricerche di punta sulle tecniche di riciclo e sulla produzione di energia pulita
  • Esperienze di produzione innovative sul tema dell’economia sostenibile

 

Ecco di seguito il programma delle due giornate del convegno:

Giovedì 26 novembre

Mattino

9:00 – 9:30 – Saluti delle autorità

9:30 -11:00 – Rapporto tra uomo e natura

L’uomo, il più grande predatore esistente, come deve progettare per il futuro il suo rapporto con la natura?

In una tavola rotonda dibatteranno sul tema un economista di formazione religiosa, una personalità laica rappresentante delle realtà legate all’economia sostenibile e uno scienziato.

Interverranno:

Alberto Sportoletti, Economista Milano Bicocca
Andrea Segrè, Università di Bologna Fondazione F.I.C.O.
Gianguido Salvi, Università di Trieste, Museo Nazionale dell’Antartide

Moderatore: Paolo Legato MAcA – Museo A come Ambiente

11:00 – 11:15 – Coffe break

11:15 – 12:10 – L’emergenza climatica: cosa ci aspetta, come affrontarla

Luca Mercalli, Presidente Società meteorologica italiana

12:10 – 13:00 – ….e poi – Il più grande laboratorio di futuro

Un nemico invisibile ha modificato le nostre vite a livello planetario, condizionando il nostro modo di essere e di avere, le nostre relazioni. Siamo tutti disorientati, ma capiamo che tornare alla normalità di prima sarà molto difficile. È ora di cambiare? Ma come?

Cosa mangeremo, che lavoro faremo, come viaggeremo, come ci vestiremo, dove vivremo?

Sono le domande, fra le tante, che ci facciamo in questo tempo e a cui non sappiamo dare risposta. Le risposte però si sprecano ed arrivano dalle tante task force che ambiscono a programmare il nostro futuro.

Perché invece non essere noi stessi a disegnarlo, visto che del nostro futuro si tratta?

Non lasciamolo fare agli altri, disegniamo noi stessi il nostro futuro grazie al più grande esercizio di crowd foresight & writing mai fatto prima di ora.

Vuoi essere protagonista? Partecipa al laboratorio e scopri come.

Prof.ssa Ilaria Pertot Centro Agricoltura Alimenti Ambiente UniTrento

Pomeriggio

14:30 – 17:40 – Anidride carbonica: rifiuto o risorsa?

Mini-convegno a cura del comitato scientifico (Valentina Crocellà, Matteo Signorile, Francesca Bonino, Sara Morandi) del NIS e INSTM Centro di Riferimento Dipartimento di Chimica dell’Università di Torino.

14:30-15:00 – Prof.ssa Claudia Pasquero (Dipartimento di scienze dell’ambiente e della terra -Università di Milano – Bicocca) – Il bilancio radiativo terrestre e l’effetto serra
15:00-15:30 – Dott. Elsje Alessandra Quadrelli (Cnrs et Cpe Lyon – Francia) – Riciclo chimico: che utilità nei confronti delle emissioni di CO2?
15:30-16:00 – Dott. Sergio Bocchini (Istituto italiano di Tecnologia – Torino) – Liquidi ionici per la cattura sostenibile di CO2.
16:00-16:15 – Coffee break
16:15 – 16:40 – Dott. Cesare Atzori (European Synchrotron Radiation Facility (ESRF), Grenoble, Francia) – I materiali porosi e le loro applicazioni nella cattura della CO2
16:40 – 17:00 – Prof. Carlo Nervi (Dipartimento di Chimica – Università di Torino) – Riduzione Elettrochimica del Biossido di Carbonio
17:00 – 17:20 – Davide Salusso (Dipartimento di Chimica – Università di Torino) – Carbonati e idrocarburi: come utilizzare la CO2
17:20 – 17:40 Prof.ssa Francesca Valetti (Dipartimento di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi – Università di Torino) – Enzimi batterici, CO2 e idrogeno: una ricetta per produrre biocombustibili e composti chimici «green»

Venerdì 27 novembre

Mattino

9:30 – 10:45 – Il piano europeo per il rilancio e l’economia verde
Marco Bresolin Giornalista «La Stampa» inviato a Bruxelles

10:45 – 11:00 – Coffe break

11:00 – 12:00 – L’inquinamento nei mari

Franco Borgogno Giornalista ambientale

12:00 – 13:00 – «Produrre l’energia del futuro»

Le ricerche sulla fusione nucleare: la proposta italiana DTT

Dott. Marco Ciotti, Responsabile della Divisione Fisica della Fusione ENEA e Membro del comitato di progetto della macchina DTT

Pomeriggio

14:30 – 17:30 – Il riciclo della plastica: incubo o realtà

14:30 – 15:50 – Dove siamo oggi
Tavola rotonda sui seguenti temi:

  • introduzione ai concetti fondamentali in tema di riciclo della plastica.
  • le 5 R: riciclare, riutilizzare, recuperare, ridurre e raccogliere
  • Cosa si intende per imballaggio
  • Differenza tra i vari materiali plastici
  • Importanza della suddivisione dei materiali
  • Differenza tra biodegradabilità e compostabilità
  • Biodegradabilità ad inizio/fine vita
  • I numeri del riciclo
  • Tecniche di riciclo
  • Il ruolo dei cittadini
  • Aspetti economici del riciclo
    Con la partecipazione di: Assobiopalstiche – Corepla – Iren

15:50 – 16:05 – Coffe break

16:05 – 17:30 – Un occhio al futuro
Tavola rotonda sulle prospettive future del riciclo della plastica

Bioplastica e Re-plastica, una alleanza necessaria:Mario Malinconico (Cnr Ipcb)
Ilaria Catastini (NextChem)
Nuove strategie di riciclo dei materiali plastici post consumo: Valentina Brunella, Maria Paola Luda (Dipartimento di Chimica – Università di Torino).

Per ulteriori info: e- mail a info@mat-to.it oppure tel. 3343713391 o 333 3789526

Ufficio Stampa Associazione Subalpina Mathesis – 339 6259952 – email:locampoa2@gmail.com