La Sigea protagonista alla X edizione del Premio «Sergio Nigri»

    499
    premio nigri

    Il premio sarà assegnato al geologo Antonello Fiore, Presidente nazionale della Società italiana di geologia ambientale (Sigea) che alla vigilia della consegna dichiara: «Il premio lo ritiro fisicamente io ma è un momento che premia tutta la comunità della Sigea-Aps. Una comunità di animatori responsabili e impegnati da trent’anni per favorire il progresso, la valorizzazione e la diffusione delle scienze della terra nei rapporti con le altre scienze

    Si svolgerà presso la Soms «Roma intangibile» – Parco Unità d’Italia – di Bisceglie (Puglia), il Premio internazionale cultura, arte e spettacolo «Sergio Nigri». Il premio, giunto alla sua X edizione, è organizzato dal comune di Bisceglie, dell’Archeoclub d’Italia – sede di Bisceglie con il patrocinio dell’Archeoclub d’Italia, a cui hanno aderito il Club per l’Unesco di Bisceglie, la Società di storia patria per la Puglia, la Soms «Roma Intangibile», il museo etnografico «F. Prelorenzo» di Bisceglie.

    Per la sezione della terra e geoambientali, il premio sarà assegnato al geologo Antonello Fiore, Presidente nazionale della Società italiana di geologia ambientale (Sigea) che alla vigilia della consegna dichiara: «Il premio lo ritiro fisicamente io ma è un momento che premia tutta la comunità della Sigea-Aps. Una comunità di animatori responsabili e impegnati da trent’anni per favorire il progresso, la valorizzazione e la diffusione delle scienze della terra nei rapporti con le altre scienze. Un impegno profuso con competenza e passione per la promozione della cultura geologica, della geologia ambientale, della geoetica, della geodiversità, della geoconservazione e della tutela dell’ambiente, del paesaggio e delle risorse naturali. Questo premio ci incoraggia a continuare il lavoro che ci vede protagonisti nello stimolare il coordinamento e la collaborazione interdisciplinare nelle attività conoscitive e applicative rivolte allo sviluppo sostenibile nell’interesse del territorio e del benessere delle popolazioni locali».

    Un premio di valenza internazionale, dedicato ad uno dei più importanti compositori e musicisti dell’800 italiano, che vede premiata una realtà che in campo scientifico ambientale, sin dalla sua istituzione, promuove il ruolo delle scienze della terra e la salvaguardia della qualità dell’ambiente naturale. Un’associazione culturale, senza fini di lucro, che sulla promozione del ruolo delle scienze della terra nella protezione della salute e nella sicurezza dell’uomo, nella salvaguardia della qualità dell’ambiente naturale ed antropizzato, nell’utilizzazione più responsabile del territorio e delle sue risorse, ha da sempre investito professionalità, impegno, costanza.

     

    Elsa Sciancalepore