Calvé, Parrello (Unilever Italia): “Fortemente radicato nella tradizione italiana”

72
Tempo di lettura: 3 minuti

(Adnkronos) – “Abbiamo deciso di lanciare questa campagna partendo da un concetto fondamentale e legato al valore del brand: Calvé è fortemente radicato nella tradizione italiana e ha in primis un ruolo funzionale, che è quello di aggiungere gusto ai piatti in cui vengono utilizzate le nostre salse, ma riveste anche un ruolo emotivo, in quanto capace di creare connessione tra gli italiani. I nostri consumatori dicono che, quando ci si riunisce per occasioni di convivialità, Calvé è protagonista”.  Lo spiega Maria Teresa Parrello, head of marketing nutrition dressing di Unilever Italia, durante l’evento di lancio della nuova campagna “È tempo di barbecue, Mettiti in gioco” di Calvé che, in occasione degli Uefa euro 2024TM e in qualità di Official BBQ Partner della manifestazione, incoraggia la creazione di questi legami grazie all’amore condiviso che le persone hanno per il cibo, attraverso la celebrazione dell’arrivo dell’evento calcistico dell’anno, riunendo tutti gli appassionati (e non), in conviviale e festoso barbecue, centro della nuova campagna. “Partendo da questo ruolo emotivo che caratterizza Calvé – spiega Parrello – abbiamo deciso di costruire questa nuova campagna in quanto il brand ritiene che stare insieme e condividere del buon cibo sia un momento di gusto unico nella vita, che vale la pena vivere come momento di divertimento, spensieratezza e gioia. Da ciò, la nostra partnership con Uefa euro 2024TM, evento sportivo che riunisce appassionati e non del calcio. In qualità di official BBQ partner, infatti, la campagna vuole invogliare gli italiani a riunirsi durante le partite attorno al buon cibo e per noi l’occasione migliore è il barbecue, che è accessibile a tutti”.  In linea con i valori di Calvé, che da 50 anni è sulle tavole di milioni di italiani accompagnandoli in tante occasioni e momenti di vita quotidiana, la campagna celebra il barbecue in quanto arte culinaria libera e semplice che può essere interpretata e preparata da chiunque abbia voglia di mettersi alla prova. Il barbecue è inoltre capace di riunire le persone attorno a sapori che mettono d’accordo tutti, rendendo lo stare insieme ancora più piacevole e gioioso. “Il gusto – sostiene Parrello – è l’altro elemento importante di questa occasione e a questo ci pensa Calvé, che con le sue salse – dalla maionese classica alle salse speciali come la barbecue o la burger, lanciate nel mercato in tempi più recenti – vuole trasformare questi momenti in momenti unici e irresistibili, trasformando i piatti da buoni a buonissimi grazie all’utilizzo delle salse”. “Abbiamo scelto – sottolinea – un partner d’eccezione, Federico Chiesa, protagonista a 360 gradi della nostra campagna, a partire dallo spot con altri due giocatori europei ma anche della campagna social e digital, così come nei punti vendita e nei supermercati, a diretto contatto con i consumatori, che raggiungeremo con grafiche a edizione limitata e realizzata per questa partnership. Inoltre, permetteremo ai nostri consumatori di partecipare al concorso per vincere le partite di Uefa euro 2024 TMe la finale di Berlino, ma non solo questo”. Oltre a Federico Chiesa, per riunire i tifosi durante le giornate di gioco e incoraggiarli a realizzare i migliori barbecue, sono stati coinvolti Jack Grealish dall’Inghilterra e Joshua Kimmich dalla Germania – che prenderanno parte, quest’anno, ai campionati europei – insieme al vincitore di Euro 2008 David Villa e all'ex capitano della Repubblica Ceca Petr Cech. “Il barbecue e lo sport, due occasioni che condividono valori in comune, sono un connubio vincente. La socialità è la voglia di condividere del buon cibo si sposano alla perfezione per rendere questi momenti indimenticabili e gustosissimi. Il barbecue in Italia, ce lo dice una ricerca Ipsos, è sempre più occasione frequente, non solo a Pasquetta. Per il 72% degli italiani è occasione di allegria e per il 62% di socializzazione, per invogliare le connessioni sociali tramite il buon cibo”, conclude. —economiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)