Editoriale

117
Il gusto di vivere Anno III - N. 11 - Settembre 2000 foto di Pina Catino

Quando muore un genitore i momenti più dolorosi non sono le ore e i giorni appena successivi, ma il dopo. Quando si mettono le mani nei tiretti, negli armadi, nelle scrivanie. È allora che emerge tutto un mondo spesso a noi nascosto, fatto di abitudini, ricordi, valori, cultura. È come una seconda nascita: un appunto, […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.