Inquinamento elettromagnetico – L’Emilia Romagna aggiorna le norme

588
tralicci energia

Oggetto della modifica, in particolare, le nuove tecnologie di trasmissione, gli impianti di bassa potenza, i divieti di localizzazione sia di emittenza radiotelevisiva che di telefonia mobile, il catasto degli impianti di entrambe queste tipologie, il procedimento autorizzativo degli impianti fissi e mobili di telefonia mobile; i tempi di attuazione e di esercizio delle strutture per l’emittenza radiotelevisiva; l’adeguamento del sistema sanzionatorio alla disciplina statale

La commissione regionale dell’Emilia Romagna, «Territorio Ambiente Mobilità» ha dato via libera alla delibera che modifica ed integra le norme per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente dall’inquinamento elettromagnetico.
La delibera modifica la direttiva (n.197/2001) che applica la legge n. 30/2000 «Norme per la tutela e la salvaguardia dell’ambiente dall’inquinamento elettromagnetico».
Oggetto della modifica, in particolare, le nuove tecnologie di trasmissione, gli impianti di bassa potenza, i divieti di localizzazione sia di emittenza radiotelevisiva che di telefonia mobile, il catasto degli impianti di entrambe queste tipologie, il procedimento autorizzativo degli impianti fissi e mobili di telefonia mobile.