La città, ultima svolta

190
divietogioco 25 GArmenti
foto di Guendalina Armenti

La città del nostro millennio come orizzonte obbligato e non più come scelta da mettere in discussione, almeno in senso assoluto. Le megalopoli possiamo esecrarle per la loro invivibilità, ma dobbiamo allo stesso tempo prendere atto della loro esistenza (purtroppo anche di una loro tendenziale crescita) e trovarne i meccanismi di gestioneD. Miller: le città […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.