Secondo Salone Internazionale della Sicurezza Stradale

    150
    india traffico inquinamento

    Dopo i risultati ottenuti dalla manifestazione del 2003, si rinnova l’appuntamento col tema della sicurezza stradale. Si cercano le soluzioni migliori per abbassare i tassi degli incidenti e raggiungere entro il 2010 gli obiettivi posti dall’Unione Europea

    Il settore della sicurezza stradale, e in generale quello della mobilità, si sta confrontando oggi con un momento particolarmente dinamico dove è molto forte l’impegno delle istituzioni, degli enti locali e degli operatori per garantire una circolazione più sicura. Anche il nostro Paese dovrà, infatti, programmare gli investimenti necessari per ammodernare il sistema della circolazione per raggiungere l’obiettivo ambizioso di abbassare il tasso di incidentalità e garantire lo stesso livello di qualità e di sicurezza per gli utenti della strada, ottenuto dai partner comunitari più evoluti. Finora, infatti, nonostante le tante iniziative avviate dalle istituzioni, dagli enti locali e dagli operatori di settore sui grandi temi della sicurezza stradale, l’Italia ha sempre sofferto di tassi di incidentalità elevati e distanti dagli obiettivi che la UE ha posto da raggiungere entro il 2010.
    Il secondo «Salone Internazionale della Sicurezza Stradale», in programma presso la Fiera di Rimini dall’11 al 14 novembre, nasce proprio dal bisogno di confronto, di dialogo e di proposta e rende possibile, per la prima volta in Italia, che pubbliche amministrazioni, aziende, operatori, cittadini, associazioni ed organismi di settore, si incontrino per confrontare le soluzioni, le iniziative, i progetti e le esperienze avviate nel campo della sicurezza stradale.
    Non c’è dubbio che, sia per quanto riguarda le cause che li determinano, sia per il notevole costo sociale che comportano, gli incidenti stradali rappresentino un fenomeno complesso. Tale complessità si riflette conseguentemente sulle responsabilità e competenze dei diversi settori come mobilità, sanità, ambiente, qualità urbana, pianificazione, gestione e tutela del territorio, sistemi informativi e statistici, nonché sui diversi livelli decisionali quali quelli comunitario, nazionale, regionale e locale.
    L’evento è stato organizzato dall’Aci e dall’Adnet, in considerazione dei positivi risultati ottenuti, in termini di partecipazione e di comunicazione istituzionale, presso la Fiera di Verona dal 23 al 26 ottobre 2003 che ospitò anche 12 convegni, con la presenza di circa 1500 partecipanti, dei maggiori esperti del settore, dei rappresentanti del Governo italiano, dei Governi stranieri e dell’Unione Europea, del presidente della Federazione Internazionale dell’Automobilismo e di diversi Automobile Club esteri.

     

    (10 Novembre 2004)