L’imprevedibilità dell’ambiente e la stupidità dell’uomo

167

Nascono movimenti di salvaguardia della natura, e con loro sembra delinearsi qualche speranza di emancipazione, redenzione ed equilibrio tra l'uomo e il suo ambiente: ma si manifestano poi, non di rado, anche forme estreme di animalismo e vegetalismo, capaci di tracciare incolmabili divisioni, accendendo nuovi conflitti ( Comitato Parchi Nazionali ) Natura madre o «matrigna»? […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.