Come l’inquinamento danneggia le opere d’arte

169

L’Apat (Agenzia Nazionale per la protezione dell’Ambiente e per i Servizi Tecnici) ha recentemente presentato un rapporto sull’impatto dell’inquinamento atmosferico sulle opere d’arte esposte all’aperto. La ricerca è stata condotta da un tavolo tecnico coordinato da Apat in collaborazione con l’Icr (Istituto Centrale per il restauro) e riunisce diversi tra i maggiori esperti in questo campo.
Nello studio si osserva che il deterioramento di un’opera d’arte inizia subito dopo la sua realizzazione ed è progressivo e irreversibile. La velocità del processo non è direttamente proporzionale all’inquinamento atmosferico ma dipende anche da altre concause di diversa natura. Bisogna considerare infatti il tipo di materiale con cui l’opera è stata realizzata e fattori naturali come il clima e gli agenti atmosferici.