L’uomo da consumatore a «consumato»

87
clochard 37 PCatino
foto di Pina Catino

L'uomo appare non distinguibile dalle merci e finisce col consumarsi con esse e trasformarsi in rifiuto. Se considerato incapace di «servire» a qualcosa o se può essere «sfruttato», l'uomo viene trasformato in rifiuto dalla razionalità economica delle «società avanzate» Nella pratica della vita quotidiana, nessuno ha dubbi sul significato di rifiuto e sull'assegnazione di questa […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.