Cambiamenti climatici, energia rinnovabile e Tic

92

Nell’arco di un periodo di diciotto mesi dalla sua creazione, l’Iet dovrà selezionare due o tre Cci «in settori che aiutano l’Unione europea ad affrontare le sfide presenti e future». In proposito, viene ipotizzato che questi riguardino settori quali i cambiamenti climatici, l’energia rinnovabile e la prossima generazione di tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

La selezione e la designazione di ulteriori Cci dovrebbe essere consentita dopo l’adozione della prima «agenda strategica per l’innovazione» (Asi), ossia del documento programmatico che presenta i settori prioritari per le future iniziative dell’Iet, compresa una panoramica sulle attività nell’ambito dell’istruzione superiore, della ricerca e dell’innovazione pianificate per un periodo di sette anni. Il primo progetto di ASI dovrà essere definito dall’Iet entro il 30 giugno 2011 per essere poi adottato congiuntamente dal Parlamento europeo e dal Consiglio.