Hidrowar. Geopolitica dell’acqua tra guerra e cooperazione

150
libro libri cellulare

di M. Rusca, M. Simoncelli, edizione Ediesse

Pagine: 232 | Costo ?: 12.00

Il libro ricostruisce con carte, grafici e tabelle, il quadro dei problemi e delle tensioni nel mondo in relazione alla gestione della risorsa acqua.
Al centro dell’ attenzione sono sia la dimensione locale, con una precisa analisi delle aree interessate da tali emergenze e le differenti risposte ad esse fornite, sia le dinamiche internazionali, con un’analisi del quadro globale con le sue articolate problematiche gestionali.
Le più antiche civiltà sono nate proprio nelle zone più ricche d’acqua e per essa, e il suo diritto al controllo e alla navigazione, la storia annovera conflitti antichissimi.
Anche in età moderna vi sono state controversie dapprima risolte con la forza, poi mediante una serie di accordi internazionali volti all’individuazione di «acque territoriali».
Ma oggi pare che non sia più l’acqua salata l’oggetto delle frequenti contese internazionali, bensì quella dolce. Per bere, per cucinare, per l’agricoltura e per lavarsi l’intera umanità ha bisogno di una quantità immensa di un bene che in alcuni territori è limitatamente disponibile. Le stime dell’Onu per il 2025 prevedono un aumento delle aree dove l’acqua sarà sempre più scarsa: una vasta fascia che abbraccerà l’Africa del nord, tutta l’area del Medio Oriente, Turchia compresa, sino a raggiungere il subcontinente indiano. Il surriscaldamento del pianeta e l’incremento demografico ne fanno una risorsa sempre più rara e preziosa nonostante oceani, mari, laghi e fiumi ricoprano la Terra per 360.700.000 kmq, di cui però solo una minima parte è utilizzabile per le necessità vitali dell’uomo. La risorsa acqua sta quindi diventando così preziosa e fondamentale per la vita dei popoli e degli Stati che suscita tensioni e guerre che minacciano sempre più di turbare un ordine politico internazionale già sufficientemente instabile.
Già oggi s’intravedono i primi segni di tali conflitti. Dall’Eufrate al Nilo, dal lago Ciad al fiume Senegal sino al sud est asiatico e all’America Latina, per non parlare di altre guerre troppo presto finite nel dimenticatoio, il mondo è percorso da dispute e da scontri sull’uso e sui costi della risorsa acqua.
Gli autori forniscono con questo testo un validissimo strumento di analisi e documentazione a macro e microlivello, nel tentativo di una conoscenza adeguata delle complesse questioni internazionali della risorsa acqua, fonte primaria della vita sul nostro pianeta.

Claudio Mundo

(01 marzo 2005)