I musei della scienza – Dal mondo alla Puglia

153

di A. Garuccio, D. De Nicolò, A. Martello, V. Padovano, edizione Progedit

Pagine: 96 | Costo ?: 12.00

Incoraggiare l’approccio del pubblico ai temi della scienza e dell’innovazione tecnologica è uno degli obiettivi dei «science centre», moderna evoluzione dei tradizionali musei della scienza.
Le loro caratteristiche di interattività e le modalità di avvicinamento a un pubblico più ampio sono l’oggetto specifico di questo libro, che ne è anche una puntuale guida in un itinerario che dalle maggiori realtà internazionali si focalizza sempre più sulle sperimentazioni pugliesi.
Nel suo contributo Alba Martello offre una puntuale rassegna delle realtà più importanti presenti sia sullo scenario internazionale che nazionale, ne illustra la recente evoluzione in «science city centre», strutture a carattere polifunzionale che propongono non solo la possibilità di visitare il museo scientifico, ma anche di usufruire di una serie di opportunità quali strutture alberghiere e residenziali, attività commerciali, ludiche.

Nella seconda parte del libro, frutto del lavoro di Vincenza Padovano, Augusto Garuccio e Davide De Nicolò, l’ottica si sposta sulla realtà museale tecnico-scientifica pugliese, ricca di risorse ma caratterizzata da un’offerta «generalmente non omogenea, con limitati momenti di divulgazione e valorizzazione dei beni, soprattutto affidati alle singole realtà».
In questo contesto alcune strutture già operanti ed altre realtà come la Cittadella mediterranea della Scienza di Bari costituiscono un importante punto di partenza per l’auspicabile realizzazione di reti regionali in grado di gestire e valorizzare i musei, i centri della scienza e le collezioni.

Gli autori

A. Garuccio insegna Storia e fondamenti della fisica nell’Università di Bari. D. De Nicolò, A. Martello, V. Padovano sono giovani ricercatori.