Il lavoro della task force

91

Capitanerie di Porto/Guardia Costiera hanno messo in campo il Nucleo Sommozzatori per mappare i fondali marini contaminati, mentre un velivolo specializzato ha effettuato rilievi aerei dell'intera costa libanese e ha definito l'evoluzione dell'oil spill. All'Apat è stato affidato il coordinamento e la supervisione tecnico-scientifica delle operazioni. Anche le Agenzie regionali hanno dato un importante contributo […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.