Riflessioni dalla lettura di un recente libro

55

In una sua opera, il prof. Hamburger riferiva di aver consultato il celebre neurologo Lhermitte a proposito di un suo paziente il quale, benché assistito da tutto un marchingegno, continuava a vegetare senza segni di miglioramento. Il prof. Lhermitte concluse il suo esame con queste parole: «Ma caro amico, il vostro malato è morto da […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.