Le politiche energetiche

103

La Comunità europea sta dando un forte impulso alle tematiche che afferiscono non solo all’efficienza energetica ma anche alla eco-sostenibilità che investe il settore del civile, materiali, componenti e sistemi del complesso edifico-impianto, realizzazione dell’edificio, economia, sociale ed altro ancora. Uno dei contributi più significativi e recenti sul tema della efficienza energetica è stato il «Libro verde sulla efficienza energetica» emesso dalla Commissione europea in giugno 2005. Tale documento affronta in modo sistematico e complessivo il tema della efficienza energetica nei vari settori di consumo nel contesto internazionale ed in particolare europeo, articolando l’analisi su differenti scale (Eu, nazionale, regionale, locale). Da tener presente poi che le Direttive Ue, emanate in tal senso, si sono susseguite con una frequenza tale da mettere a dura prova anche le capacità degli addetti ai lavori a tener in considerazione gli sviluppi sulla materia. Da evidenziare in particolare la Direttiva 32/2006/CE, sull’efficienza degli usi finali dell’energia e servizi energetici, impone agli Stati membri di dotarsi di un Piano di azione per l’efficienza energetica (Paee). A seguito di ciò gli Stati membri hanno predisposto i propri Piani di azione che hanno tenuto conto, oltre alla Direttiva citata anche di altre che fanno riferimento all’efficienza energetica negli edifici, 91/2002/CE, a quella sull’Eco Design, 32/2005/CE, e quella sul Green Public Procurement. Non ci addentreremo nella illustrazione puntuale di queste importanti Direttive, poiché questo approfondimento, molto articolato e complesso, merita un intervento specifico che potrebbe essere trattato in un futuro articolo. Quello che ci preme mettere in evidenza è l’attenzione che viene data a questo tema.

Le politiche energetiche nazionali che stanno recependo le varie Direttive sono sempre più orientate verso una forte incentivazione all’efficienza energetica, vedi il DLgs 192/05 e smi, il DLgs 115/08 sui servizi energia, i decreti del ministero dello Sviluppo Economico (Mse) sull’efficienza energetica, il Conto Energia per il Fotovoltaico, la Legge Finanziaria del 2008 sul 55% ecc., la crescente attenzione negli strumenti urbanistici per incentivare le Fonti Energetiche Rinnovabili (Fer). Da tener presente che le tecnologie che utilizzano e/o integrano le Fer, soprattutto solare termico e fotovoltaico bioamasse, hanno attualmente raggiunto un grado di maturità tale da poter contribuire, se opportunamente e correttamente applicate, a un significativo contenimento dei consumi energetici negli edifici residenziali e non residenziali.