Green Cross Italia premierà il miglior documentario

107
film festival cine

Sono 12 i documentari internazionali che concorreranno alla menzione speciale Green Cross Italia prevista per la 13ma edizione di Cinemambiente, il festival italiano del cinema ambientale che si svolge a Torino.

Si rinnova per l’edizione targata 2010 il sodalizio tra Cinemambiente e Green Cross Italia, l’associazione presieduta da Elio Pacilio che lavora da anni al fine di assicurare un futuro più roseo a tutti noi attraverso la promozione di comportamenti ecosostenibili.

Anche quest’anno spetterà alla giuria Green Cross l’assegnazione di una menzione speciale al documentario che meglio degli altri (12 in gara) riuscirà a trasmettere e comunicare attraverso le immagini lo stato in cui versa il nostro ambiente e il nostro ruolo in questo processo, sia come attori positivi che operano per la salvaguardia dell’ecosistema sia come acceleratori della distruzione con i nostri comportamenti quotidiani.

La giuria della sezione Concorso internazionale Documentari, presieduta dal produttore cinematografico e regista Claudio Bonivento, sarà composta da illustri personaggi del mondo del cinema e del giornalismo nostrano, tra cui i documentaristi Gianfranco Pannone e Maurizio Paffetti, i giornalisti Antonella Tagliabue, Federica Cellini e Marco Gisotti e la conduttrice tv Tessa Gelisio. Non sarà di certo semplice valutare l’opera meritevole della menzione, considerando che in gara ci sono documentari che hanno già avuto un grosso riscontro mediatico in altri film festival, come «Garbage Dream» di Mai Iskander e «Big River Man» di John Maringouin, già vincitore del premio per la migliore fotografia al Sundance Film Festival.

In più, il vincitore 2010 della menzione speciale riceverà anche come premio aggiuntivo un soggiorno per due persone al Relais Bella Rosina di Fiano (TO) messo in palio dall’imprenditore Roberto Garosci.