Il Tradimento di Ippocrate. La medicina degli affari

538

Domenico Mastrangelo, Salus Infirmorum

«La medicina che fa male», «La medicina che non guarisce», «La medicina che uccide», «Gli errori medici»: ecco alcuni dei capitoli centrali de Il Tradimento di Ippocrate. La medicina degli affari (Salus Infirmorum, 2010), un libro che indaga sulle vittime che annualmente devono essere sacrificate sull’altare del business, facendosi forza di quei pochi dati che è possibile trovare in una letteratura dominata, addomesticata e sapientemente manipolata dalle multinazionali del farmaco.

Domenico Mastrangelo, medico specializzato in Ematologia, Oncologia, Oftalmologia e infine in Omeopatia, con spirito critico (e grazie ad un’analisi lucida e concreta della Medicina Moderna) ci spinge a riflettere se davvero crediamo che esista un limite al dovere morale di un dottore di informare o su che potere ha il business farmaceutico sulla nostra salute.

Il libro non è però solo un atto d’accusa contro il potere delle case farmaceutiche ma è anche un gesto d’amore per riportare la medicina più vicina alla verità, proprio come hanno fatto geni del calibro di Jacques Benveniste, che scoprì la «memoria dell’acqua»; William Bates, che insegnò come curare la miopia senza lenti correttive; Pierre J. Bechamp, che in contrapposizione alla teoria dei germi di Pasteur propose la teoria cellulare, o ancora Peter Duesberg, osteggiato per aver dimostrato che l’Hiv non causa l’Aids e che questa malattia deriva da una molteplicità di fattori tra cui addirittura l’Azt, ossia il farmaco che viene usato per la «terapia».

È una lettura affascinante che insegna a sperare, così come ad orientarsi e a difendersi da imbrogli che sono costati cari alla salute di molte persone. Un manuale per riscoprire il senso vero della Medicina, un’arte al servizio degli uomini e della verità.

Come dice in una nota l’editore, il dottor Roberto Gava, «Mi unisco all’appello che Domenico ha lanciato nel suo Epilogo (…) chiedendo a tutti di lavorare per la nascita di una Nuova Medicina: una Medicina realmente scientifica, personalizzata, a dimensione d’uomo, rispettosa dell’individuo, libera da giochi di potere e di interessi pubblici e privati, una Medicina efficace non solo a livello organico, ma anche sul piano mentale e che consideri il malato in tutte le sue componenti di corpo, psiche e spirito; non più una Medicina solo sintomatica, ma una vera Medicina eziologica».

L’Autore

Il dottor Domenico Mastrangelo è un medico specializzato in Ematologia, Oncologia, Oftalmologia e infine in Omeopatia. Dapprima ha diretto la ricerca clinica presso il centro di ricerca di una ditta farmaceutica, poi ha lavorato presso il centro di ricerca oncologica della Thomas Jefferson Univesrity e del Wills Eye Hospital di Philadelphia, dove ha appreso le tecniche di biologia molecolare per l’analisi del genoma delle cellule tumorali. Tornato in Italia, ha creato un laboratorio di ricerca presso il dipartimento di Oftalmologia dell’Università di Siena, dove ancora oggi lavora.

(Fonte Librisalus)