Il primo premio Pav al «Corpo vegetale»

140
foto P. Catino

Di Felice Gualtieri, con Armando Mangone e Maria Luisa Priori. Per la pertinenza al tema centrale del concorso, per la solidità dei riferimenti teorici e culturali, per la fattibilità della realizzazione pratica

Normal 0 14 false false false MicrosoftInternetExplorer4

La Giuria del Premio Pav 2011, composta da Filippo Alossa, Orietta Brombin, Gaia Bindi, Gilles Clément, Gianluca Cosmacini, Claudio Cravero, Francesco Ghia, Piero Gilardi, Giuseppe Masanotti, Giuliana Ponti, vagliati i progetti sottoposti alla sua attenzione secondo le modalità richieste dal bando, ha selezionato i tre progetti vincitori con le seguenti motivazioni:

1° premio: «Corpo Vegetale», di Felice Gualtieri, con Armando Mangone e Maria Luisa Priori. Per la pertinenza al tema centrale del concorso, per la solidità dei riferimenti teorici e culturali, per la fattibilità della realizzazione pratica.

2° premio: «1 Pony al Pav», di Maurizio Cilli, con Stefano Olivari. Per l’approccio alla problematica dell’interazione uomo-animale nel contesto della mutazione culturale ecologica, per l’eleganza della formulazione del progetto e dei suoi riferimenti storico-culturali.

3° premio: «(W)Here», di Marguerite Kahrl, con John Barrie Button, Matteo Gianotti, Alberto Redolfi, Francesca Simonetti, Yaniv Steiner, Jan-Chrisoph Zoels. Per il riferimento etico-politico al movimento dei community gardens e dei jardins partagés.

Menzione d’onore ai progetti: «Un metro quadro di terreno», di Gian Paola Zorzi, con Valerio Bertello e Alfredo Sunder; «Love motel for insects», di Brandon Ballengée con Ecohaven Project (Jennifer Hoffman).