Scenari del Teatro Errante

123

Nell’Appennino modenese dal 7 agosto al 28 agosto 2011. «Fantasticheria» è organizzato dall’associazione Sestola Crea con la direzione artistica diell’artista americno Mike Rollins. A Fiumalbo «Circus Colombazzi». A Prignano, è la volta dell’equilibrismo su filo teso e acrobatica di Los Filonautas in «Naufraghi per scelta»

A Sestola (Modena) si prepara un fine settimana di giocoleria, acrobatica e tecniche circensi.

Si parte venerdì 12 agosto, nelle strade del centro storico (ore 21),con la danza acrobatica diPatrizia Marcato e spettacoli di giocolieri, acrobati e clown, all’interno dell’anteprima di «Fantasticheria», il primo festival di teatro di strada che terrà banco nel centro turistico montano nelle due giornate di sabato e domenica.

Spettacoli di giocolieri, acrobati e clown, a partire dalle ore 16, si alternerano a musica e laboratori di giocoleria con i gruppi: Compagnia Autonoma Tenenti, Mike Rollins, Sblattero, Mario Lewis, Due e un quarto. «Fantasticheria» è organizzato dall’associazione Sestola Crea con la direzione artistica diell’artista americno Mike Rollins.

AFiumalbo, sabato 13 Agosto,inPiazza Umberto I, ore 21,30, sbarcano i Fratelli di Taglia con lo spettacolo «Circus Colombazzi»di cui è protagonista una stravagante famiglia di saltimbanchi, giocolieri, acrobati e imbonitori di fine 800 con il loro «piccolo mondo antico» e la grande tradizione del teatro popolare. Annibale Colombazzi è il «capotribù», un personaggio severo e ingombrante, imbonitore grottesco, cattivo quel tanto che basta da risultare simpatico, sbruffone, fautore di improbabili e audaci acrobazie, seguito dai due figli: Gervasio il tamburino e musicista, costretto dal padre a svolgere numeri di alta acrobazia che lui non riesce assolutamente a fare, scatena delle situazioni comico grottesche travolgenti; e Gesualdo, il figlio più piccolo in tutti i sensi, e il vero acrobata di famiglia che, con semplicità disarmante, si prodiga in Flic-Flac, verticali in equilibrio sulla bicicletta, salti mortali, e giocolerie di ogni genere.

Lucine colorate, bandierine che scendono fino a terra, fanno da scenografia ai personaggi in costumoni a righe, con lunghi baffoni a manubrio, il naso e le guance arrossate da una buona dose di lambrusco, tamburo, biciclettona e un vecchio baule dove sono contenuti tutti gli oggetti indispensabili per stupire e divertire il pubblico. Poggiando sui canoni della clowneria, la compagnia spiazza continuamente il pubblico che non sa più riconoscere il limite tra il virtuosismo e la parodia e viene «stregato» dalla magia creata dai costumi e dalle forti caratterizzazioni dei personaggi, diventando prestocomplice del ruspante e simpatico trio.

Annibale, Gervasio e Gesualdo Colombazzi potremmo dire di averli visti uscire da un circo, da un carrozzone di attori girovaghi della Commedia dell’Arte o da un film di Fellini, ma a noi piace pensare semplicemente che esistono.

La compagnia «I Fratelli di Taglia», nata nel 1985 a Rimini, è formata da: Daniele Dainelli, Giovanni Ferma, Marina Signorini e Patrizia Signorini. Nel 1991 il Comune di San Giovanni in Marignano affida la direzione del Teatro Massari al gruppo che nel 2009 ottiene anche la direzione artistica della stagione comica e di prosa del Teatro del Mare. Tra le attività del gruppo: la produzione di spettacoli e l’organizzazione di numerose rassegne e manifestazioni.

Domenica 14 Agosto a Prignano, presso il Parco della Pace (ore 21) è la volta dell’equilibrismo su filo teso e acrobatica di Los Filonautas in «Naufraghi per scelta» (Italia/Germania).

«Un mondo sospeso, una danza instabile con piroette, salti, corse, melodie di clarinetto e fisarmonica». Così è descritto il viaggio alla ricerca dell’Isola Felice di Capitan Fiore e del suo primo macchinista Silver che affrontano le più svariate avventure con la loro imbarcazione Primula Rosa, costruita di tubi e cavi d’acciaio. A bordo della barca, tra colazione, il salpare della nave, pescecani e tempeste in alto mare, nascono passioni ed equivoci sulla rotta da intraprendere.

La compagnia «Los Filonautas», formata da Valentin Hecker e Soledad Prieto, nasce dall’incontro di due equilibristi e trae ispirazione da diversi stili e approcci alla tecnica dell’equilibrismo su filo teso. Da questo incontro prende vita un vero e proprio spazio teatrale che utilizza la dimostrazione tecnica per creare una rappresentazione in cui la vita dei personaggi offre la motivazione alle azioni sul filo.

La Rassegna

La rassegna «Scenari del Teatro Errante» è organizzata dall’associazione Musica Officinalis con la direzione artistica di Gabriele Bonvicini e promossa dai Comuni montani di Fanano, Fiumalbo, Pavullo nel Frignano, Prignano sulla Secchia e Sestola, in collaborazione con la Provincia di Modena e con il contributo delle associazioni Fanano e SestolaCrea.

Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito.

Il programma della manifestazione continua lunedì 15 agosto a Prignano con il teatro d’autoredi Ascanio Celestini nello spettacolo: «La fila indiana, il razzismo è una brutta storia».Una rappresentazione «viva» che ad ogni tappa della tournée aggiunge racconti alle storie di migrazione e discriminazione di ieri e di oggi che compongono il canovaccio originale. Nella stessa serata a Fanano, con una variazione rispetto al programma, va in scena «Circus Colombazzi» con i Fratelli di Taglia. Domenica 21 agosto, «Music, please!» a Pavullo con Alessandra Casali, in un intreccio sapiente ed equilibrato di teatro fisico, d’attore e clownesco. Lunedì 22 agosto a Fanano è la volta della magia comica con I 4 Elementi in «Farabutti e Farabuloni». La rassegna si conclude domenica 28 agosto a Fanano con il teatro comico e le arti circensi di Frizzo Clown.

(Fonte Associazione Musica Officinalis)