Il benessere si liberi dell’«avere»

410

Non è possibile ridurre l'uomo ad un essere privo della propria dignità spirituale, a semplice «homus oeconomicus», ovvero ad una sola dimensione. Questo perché l'Avere, che rappresenta il motore di ogni «progressismo» moderno, ha causato cocenti delusioni di cui prenderemo lentamente sempre più coscienza È un po' paradossale che nel famosissimo dualismo di Erich Fromm, […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.