Lentamente verso l’estate

133

Ma solo al sud la situazione può dirsi pienamente estiva. Al nord resta una variabilità fatta ancora di temporali improvvisi

Martedì scorso una giornalista del TG2 delle ore 13 intervistò un graduato dell’aeronautica militare addetto alle previsioni del tempo. Questa la domanda: «Secondo lei con tutti questi temporali e con temperature sotto la media stagionale possiamo parlare di cambiamento climatico accertato?»
Risposta: «Non sono due temporali estivi a far pensare ai cambiamenti climatici, ci vuole ben altro!».
Bene, anzi male! Alla gentile giornalista del TG2 consigliamo la prossima volta di rivolgere questa domandala ad un climatologo o ad un fisico dell’atmosfera e non a semplici lettori delle carte del tempo. Quest’ultimi saranno bravi ad interpretare valori barometrici e le varie isobare, ma sul clima lasciamo perdere… A quel meteorologo militare vorremmo chiedergli se sa cosa sta accadendo al Polo Nord, in Alaska e su tutti gli oceani del pianeta e, più vicino a noi, alla corrente del Golfo e allo storico anticiclone delle Azzorre. Dopo di che gli rivolgeremo noi la domanda: «Secondo lei è in atto un profondo cambiamento del clima a livello planetario, oppure ci vorranno ulteriori fenomeni sconvolgenti per affermare che il clima è irreparabilmente cambiato?».
Una risposta corretta di quel signore sarebbe potuta essere la seguente: «Circa le previsioni del tempo posso dire tutto, sul clima che cambia però non sono abilitato!».
Vediamo ora cosa ci spetta la settimana entrante.

Le previsioni

Per chi ha scelto di passare le ferie in montagna si deve rassegnare a subire temporali pomeridiani anche di una certa energia. Tuttavia le mattine saranno limpide e piene d’aria salubre. Per chi ha scelto il mare al nord potrà assistere a qualche improvvisa pioggia «tropicale», un po’ meglio per chi andrà al mare al centro, decisamente meglio al sud e sulle isole, ma entriamo nei dettagli.
Lunedì: Bel tempo quasi ovunque al centro nord la mattina, possibili temporali nel pomeriggio nelle zone più interne. Al sud invece la mattina sarà caratterizzata da qualche nube e pioggia sulla dorsale appenninica e in Sicilia sui rilievi orientali. Meglio nel pomeriggio.
Martedì: al centro e al sud «piena estate» con temperature che potranno superare i 35 gradi. Possibili temporali nel pomeriggio sui rilievi. In particolare, anche forti, sulle zone a ridosso dell’arco alpino.
Mercoledì: una rapida perturbazione porterà qualche temporale e piogge sparse su Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia e Triveneto. Temporali anche sull’Appennino settentrionale.
Giovedì: estate ritrovata anche al centro, stessa cosa al sud e sulle isole. Temporali ancora al nord e su parte della Toscana e delle Marche durante la giornata. Vicino ai 40 gradi le temperature a Palermo e a Catania.
Venerdì: continuano i temporali pomeridiani sulle regioni settentrionali e in parte in quelle centrali, ma nelle zone più interne e sul versante Adriatico, meglio al mare sulle coste tirreniche. Al sud al mare finalmente un’estate che ha recuperato i suoi valori.
Sabato e domenica… cambia poco!