Il tempo torna a fare le bizze

229
foto di A. Perrini

Per il week end è previsto tempo perturbato al nord e al centro, ma durante il giorno tenderà alla variabilità. Ancora deboli venti dai quadranti settentrionali e i mari generalmente da poco mossi a mossi. Cieli prevalentemente sereni e aumento delle temperature al sud

Quella appena trascorsa è stata finalmente una settimana discreta, senza tornado o bombe d’acqua. I mari poco mossi a parte che sull’alto medio Tirreno. I mari del sud da poco mossi a calmi, ciò ha consentito nuovi sbarchi di migranti (circa 3.000 persone). Le temperature sono state nella media stagionale a parte che nelle zone a ridosso dell’arco alpino centro orientale dove sono risultate leggermente sotto la media, sempre nel Triveneto invece si sono registrati temporali e precipitazioni sparse. Alla fine però è stata una settimana accettabile. Sarà così anche per la prossima?

Le previsioni

Ci stavamo abituando ad un bel clima di inizio estate e invece dobbiamo attendere. L’alta pressione che ci ha regalato, soprattutto al centro e al sud, giornate luminose e tiepide va sfaldandosi. Le prime avvisaglie sulle regioni nord orientali dove il cielo apparirà coperto e dove sono previste piogge sparse su parte della Lombardia, del Triveneto, dell’Emilia Romagna e su parte delle Marche.
Al centro e al sud invece resisterà il bel tempo. Variabile anche sul settore nord occidentale. Le temperature soprattutto al sud saranno sopra la media stagionale. Per martedì si cambia decisamente musica: infatti entrerà nel Mediterraneo una perturbazione atlantica. Ciò comporterà rovesci anche di forte intensità su Sardegna, regioni centro tirreniche e centrali adriatiche.
Più a Sud saranno interessate da questa forte perturbazione anche l’Abruzzo e il Molise.
I mari occidentali e in parte quelli orientali sardi saranno interessati da vento di Maestrale e, quindi, da poco mossi diventeranno mossi e localmente agitati. Mari mossi su tutto il Tirreno. La Protezione Civile ha diramato livello di massima attenzione sulle Marche. Le temperature al nord e al centro subiranno una decisa diminuzione, stabili invece al sud.
Mercoledì il maltempo si sposterà più a sud in particolare su tutto il medio e basso Adriatico. Sulle altre regioni centro settentrionali prevarrà una certa instabilità, ma che nel pomeriggio si trasformerà in variabilità, con ampi rasserenamenti.
Le temperature resteranno tuttavia inferiori alla media stagionale. I mari del basso Adriatico e quelli dello Ionio saranno da mossi ad agitati. Per giovedì la perturbazione atlantica dovrebbe spostarsi sui Balcani, ma le condizioni del tempo, soprattutto sulle regioni adriatiche, saranno ancora sotto l’influenza del maltempo anche se durante il giorno la tendenza sarà verso un netto miglioramento. Temporali sono previsti lungo tutta la media e bassa dorsale appenninica. Le temperature ancora basse nel primo mattino, ma in graduale risalita durante il giorno.
Arriva l’Alta Pressione che influenzerà subito la Sardegna e la regioni tirreniche. Su quelle adriatiche invece dovremmo assistere ancora a cieli a tratti coperti e a piogge soprattutto lungo le coste dall’Abruzzo alla Calabria. I mari al sud ancora mossi e le temperature stazionarie.
Per il week end è previsto tempo perturbato al nord e al centro, ma durante il giorno tenderà alla variabilità. Ancora deboli venti dai quadranti settentrionali e i mari generalmente da poco mossi a mossi. Cieli prevalentemente sereni e aumento delle temperature al sud.