Una montagna di risorse

195

Al via la mostra «Narrazioni dello Sguardo Lento» del fotografo potentino Salvatore Laurenzana. Un viaggio onirico tra le montagne di Sellata-Pierfaone-Arioso. «Il progetto – afferma l’autore – si presta ad una lettura universale raccontando, nella parte fotografica, il gesto umano e i segni che nel bene e nel male esso traccia mentre la natura disegna le sue infinite trame e laddove “toccata” assiste e si affida alle umane cure»

È partita il 30 giugno 2014 in piazza Falcone, nello stabilimento delle Poste, a Calvello (Potenza), la mostra «Narrazioni dello Sguardo Lento» del fotografo potentino Salvatore Laurenzana.
Un’installazione fotografica e video che è un percorso visivo dato dall’insieme di suggestioni che tentano di dare una chiave di lettura critica all’esplorazione di luoghi naturali, in questo caso delle montagne dell’area Sellata-Pierfaone-Arioso.
«Il progetto – afferma l’autore – si presta ad una lettura universale raccontando, nella parte fotografica, il gesto umano e i segni che nel bene e nel male esso traccia mentre la natura disegna le sue infinite trame e laddove “toccata” assiste e si affida alle umane cure».
Nel video il racconto è un viaggio onirico attraverso il dialogo che si crea tra l’ambiente naturale ed uno «sguardo lento».
L’iniziativa rientra nel progetto «Una montagna di risorse», promosso dai Centri di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità della Legambiente Basilicata, gli Amici della Rete «Il Vecchio Faggio», «Melidoro Pollino» e «Basilicata 1799», il Comune di Sasso di Castalda con il supporto del Comune di Calvello e sostenuto dal Programma Operativo Fesr 2007/2013 sull’Asse IV «Valorizzazione dei beni culturali e naturali» del programma Epos 2010 – 2013 per l’Educazione e la promozione della sostenibilità ambientale.
Lo scopo è innescare un’inversione di rotta nell’approccio all’utilizzo delle risorse naturali, aumentandone la fruibilità e puntando a una diversa promozione del turismo, in grado di rispettare non solo gli ambienti naturali ma anche le peculiarità e le tradizioni delle popolazioni locali.