Clima – Record di giugno e mari a +0,72

242

Un mesto bollettino di crescita inesorabile delle temperature o comunque di un andamento ormai lontano dal noto alternarsi delle stagioni. Certo una ben magra consolazione. Ci troviamo in una chiara condizione di cambiamento climatico globale e nello stesso tempo, con tutte le nostre conoscenze, in uno stato di impotenza disarmante

Il Noaa (National Oceanic and Atmospheric Administration) statunitense continua puntualmente a registrare l’andamento delle temperature facendo graduatorie, stime e confronti.
Il mese di giugno appena trascorso è stato il giugno più caldo degli ultimi 135 anni. La temperatura media combinata delle terre e degli oceani del Pianeta ha toccato i 16,22 gradi, 0,72 in più rispetto alla media del XX secolo, superando il precedente record del 1998.
In aumento anche la temperatura dei mari che ha raggiunto i 17,04 gradi, 0,64 in più rispetto alla media. Questa è la temperatura più alta mai registrata in assoluto. Fermandosi solo alla temperatura terrestre il mese di giugno di quest’anno è stato il settimo giugno più caldo, con una variazione di +0,95 gradi rispetto alla media.
Il Noaa fornisce poi dettagliatamente le classifiche di alcune nazioni europee soffermandosi sugli andamenti specifici come ondate di calore, piovosità ecc.
Un mesto bollettino di crescita inesorabile delle temperature o comunque di un andamento ormai lontano dal noto alternarsi delle stagioni. Certo una ben magra consolazione. Ci troviamo in una chiara condizione di cambiamento climatico globale e nello stesso tempo, con tutte le nostre conoscenze, in uno stato di impotenza disarmante.

LogoABB