Un master per la gestione di parchi e aree naturali

    214

    Organizzato dall’università di Teramo. Il Club alpino italiano ritiene importante instaurare rapporti con le Università per creare coesione e condivisione degli obiettivi legati alla tutela dell’ambiente e allo sviluppo sostenibile del territorio

    Club alpino italiano e Università, un rapporto sempre più stretto che punta alla crescita della cultura di montagna e dello sviluppo sostenibile.
    Il Cai patrocina il Master «GeSLoPAN – Gestione dello Sviluppo Locale nei Parchi e nelle Aree Naturali», organizzato dall’Università degli Studi di Teramo da aprile a ottobre 2015, con il coinvolgimento delle Aree protette montane abruzzesi (Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, Parco Nazionale della Majella e Parco Naturale Regionale Sirente Velino) e del Parco Naturale Paneveggio – Pale di San Martino, in Trentino.

    Il Master ha tra i suoi obiettivi molti valori che il Cai promuove da sempre, come la vicinanza con il territorio e i percorsi di sviluppo sostenibile, e si rivolge a chi intende creare imprese verdi ed innovative nella valorizzazione delle produzioni locali di qualità e dei servizi. Tratterà inoltre temi di respiro europeo, come la Rete Natura 2000, i Sic (Siti di interesse comunitario) e le Zps (Zone di protezione speciale).

    Per questi motivi il titolo ottenuto sarà anche riconosciuto valido dalla Commissione centrale tutela ambiente montano del Cai come aggiornamento per titolati Tam e per l’iscrizione all’elenco degli esperti Cai-Tam.
    «Questa iniziativa intende promuovere la qualità dell’ambiente e la qualità della vita legati alla sostenibilità, prestando attenzione al presente guardando al futuro – sostiene il Presidente della Cctam del Cai Filippo Di Donato -. Il Cai è portatore di questi valori, per questo motivo ha aderito a livello nazionale. Riteniamo fondamentale l’instaurarsi di rapporti con altri Enti, come le Università, sempre più stretti, per creare coesione e condivisione di obiettivi come la tutela dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile del territorio. In questo momento è in itinere anche una collaborazione con l’Università degli Studi del Molise».

    GeSLoPAN avrà un carattere itinerante e si svilupperà tra Teramo, Penne (PE), Civitella Alfedena (AQ), Pineto (TE), per arrivare fino in Trentino, a Paneveggio (TN).
    Le lezioni frontali sono in programma da aprile a luglio una settimana al mese, tra luglio e ottobre i partecipanti svolgeranno il tirocinio formativo per arrivare alla seduta finale di ottobre 2015.

    Il Master è organizzato dalle Facoltà di Medicina Veterinaria, di Agraria, di Scienze Politiche e di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi di Teramo, con la collaborazione del Cai Abruzzo e delle Aree protette nazionali e regionali abruzzesi.

    La scadenza delle domande per concorrere all’ammissione è fissata al 30 marzo 2015.
    Il bando e i documenti di ammissione.
    Per informazioni: mastergeslopan@unite.it

    Il pieghevole del Master