Perché non una casa prefabbricata?

336

Per superare le difficoltà per un mutuo basta richiedere la visura della propria situazione nella centrale rischi. I vantaggi di una abitazione in legno, ecosostenibile

La casa è per molti un rifugio, per altri il punto di riferimento della famiglia, per altri ancora uno status symbol, ma per tanti è un sogno. Un sogno irrealizzabile anche dovuto all’attuale crisi economica. Sono soprattutto i giovani che non riescono a ottenere un mutuo, anche quelli fortunati che, magari, un lavoro ce l’hanno. Eppure delle volte capita che ci siano errori di valutazione da parte delle banche, basta quindi richiedere la visura della propria situazione nella centrale rischi per scoprire se tutto è corretto. Quando le cose si risolvono e si riesce a ottenere un mutuo o un finanziamento, c’è una soluzione decisamente più pratica ed economica del classico mattone: la casa prefabbricata.
Chi non ha un minimo di conoscenza della bioedilizia sarà portato a pensare che si tratti di catapecchie cadenti, o qualcosa che sia poco affidabile e duraturo. Niente di più errato. Le case prefabbricate, sopratutto quelle in legno, sono innovative (sebbene esistano da sempre), resistenti, economiche e, cosa da non sottovalutare, ecologiche. Un vero contributo sia per il proprio portafogli sia per l’ambiente.
Ma se in Trentino sono già una realtà molto diffusa, al sud stentano a decollare, come se non fossero «prese sul serio». Eppure se solo si pensasse a che incentivo sarebbe per esempio per il turismo, probabilmente in tanti si ricrederebbero.
Località altamente turistiche, come la Puglia, potrebbero mettere a disposizione delle casette ecologiche come quelle costruite nei boschi trentini per consentire alle mamme di allattare e cambiare i neonati, sarebbe l’ideale averle anche nelle pinete in prossimità degli arenili. Ma non solo, grazie al materiale con cui vengono realizzate, il legno, un isolante termico naturale, si spenderebbe molto meno di energia elettrica perché i condizionatori verrebbero usati decisamente meno rispetto a quanto avviene nelle case tradizionali di mattoni. Basso impatto ecologico ed economico. E d’inverno, sempre per lo stesso ragionamento, farebbero risparmiare tantissimo sul riscaldamento.
Per chi pensa che le case prefabbricate siano poco resistenti, basterà aggiungere che sono tra le più sicure e che, per esempio, in Giappone da diversi anni sono utilizzate nelle zone sismiche proprio perché riescono a sopportare meglio le vibrazioni. Se si deve acquistare una casa, vale la pena valutare questa opzione.