La Puglia più bella vista dai ragazzi

274
foto di Casalino Raffaella, premiata nella prima edizione 2015

La Sigea Sezione Puglia, bandisce la seconda edizione del concorso fotografico rivolto agli studenti delle scuole medie superiori della Puglia per promuove la conoscenza e la valorizzazione dei siti di interesse geologico (geositi) e i paesaggi geologici della Puglia. La partecipazione al concorso è gratuita, il termine scade il 30 aprile

La Sigea Sezione Puglia, bandisce la seconda edizione del concorso fotografico rivolto agli studenti delle scuole medie superiori della Puglia per promuove la conoscenza e la valorizzazione dei siti di interesse geologico (geositi) e i paesaggi geologici della Puglia.

La partecipazione al concorso è gratuita. Possono partecipare tutti studenti delle scuole medie superiori della Puglia che sono interessati a condividere le emozioni ricevute attraverso la rappresentazione di uno degli aspetti dei «paesaggi geologici» della regione; riprese a volte estemporanee e inattese, spesso realizzate durante passeggiate o lavori di rilevamento, quando si prova un forte desiderio di non perdere quella forma, quel cromatismo, quel bel gioco bizzarro ed irripetibile di forme ed ombre che solo la natura riesce a creare.
In occasione del lancio di questa seconda edizione del Concorso fotografico «Scopri e fotografa il patrimonio geologico della Puglia», rivolgiamo al presidente della Società italiana di Geologia Ambientale (Sigea), Sezione Puglia, Raffaele Lopez, alcune domande.

Siamo giunti alla 2a edizione del Concorso fotografico «Scopri e fotografa il patrimonio geologico della Puglia», concorso che impegna gli studenti delle scuole superiori pugliesi nella produzione di foto scattate a «paesaggi geologici» della regione. Quali le risposte avute nella prima edizione?
La prima edizione del concorso ha visto 53 partecipanti di tutte le province pugliesi con oltre 450 foto sottoposte alla giuria composta da Diana Cimino Cocco, Vincenzo Iurilli, Rossana Pasculli, Gabriella Petruzzi, Oronzo Simone, Donato Valenzano e Gianni Zanni. La Giuria ha individuato tra i quindici scatti premiati quattro foto (anziché tre previste dal Regolamento) più rappresentative del concorso che hanno ricevuto oltre il buono libri della Zanichelli anche un buono acquisto offerto direttamente dalla Sigea.
Per la prima edizione ci riteniamo più che soddisfatti.

Quali, se ci sono stati, i miglioramenti adottati nella 2a edizione?
In questa seconda edizione gli studenti delle scuole medie superiori pugliesi potranno inviare sino a 5 foto, entro il 30 aprile 2016, direttamente per posta elettronica all’indirizzo foto.paesaggi.puglia@gmail.com.
Informazioni dettagliate è possibile reperirle direttamente dai referenti del concorso fotografico, consiglieri del Direttivo della Sigea Puglia, la dott.ssa Magda Gallo Maresca e il dott. Antonello Fiore e attraverso la pagina web appositamente dedicata.
Si è cercato, pertanto, di favorire la partecipazione degli studenti e unitamente alla collaborazione della casa editrice Zanichelli quest’anno è stato richiesto ed ottenuto il patrocinio della Direzione Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale della Puglia in considerazione dell’importanza del tema del paesaggio nel mondo della scuola. Inoltre in questa seconda edizione gli studenti potranno utilizzare il portale dei geositi della Puglia dove sono riportati i risultati del primo censimento di geositi ed emergenze geologiche della Puglia che ha visto catalogare 440 siti di interesse geologico per peculiarità scientifiche, didattiche e divulgative. Tali siti disponibili sul sito contribuiranno a stimolare negli studenti la conoscenza del territorio a loro più vicino e selezionare località meritevoli di essere fotografate.

I ragazzi della regione Puglia sono interessati ai temi riguardanti il paesaggio, la geologia e, in generale, la sostenibilità ambientale quale atteggiamento comportamentale di tutela del patrimonio regionale?
Nel corso della cerimonia di premiazione dei 15 studenti selezionati nella prima edizione, abbiamo avuto modo di registrare una grande attenzione al tema del paesaggio e, più in generale, alla tutela degli elementi naturali del territorio. La quasi totalità delle foto pervenute hanno evidenziato la sensibilità degli studenti alla risorsa territorio, sapendo cogliere delle peculiarità geomofologiche dei luoghi e, spesso, dei dettagli legati alla bellezza e fragilità del territorio.
Il concorso ha tra gli obiettivi proprio lo scopo di avvicinare i giovani al paesaggio e alla tutela del territorio, promuovendo la sostenibilità ambientale anche attraverso la fotografia. Dal bilancio della prima edizione possiamo ritenerci soddisfatti del raggiungimento di questo obiettivo.

Per meglio promuovere la scoperta del nostro patrimonio geologico quali possono essere altre iniziative più continuative nell’arco dell’anno scolastico e quindi svincolate dalla partecipazione spot ad un Concorso, iniziative che possono portare ad una maggiore consapevolezza di quelle che sono le bellezze nostrane e di quelli che rappresentano i comportamenti di tutela da adottare?
La Sigea da anni promuove in Puglia attività finalizzate alla conoscenza e salvaguardia del territorio promuovendo nelle scuole iniziative formative rivolte agli studenti. Sono stati organizzati corsi ed approfondimenti sulle diverse componenti geologiche e realizzate escursioni sul campo con l’obiettivo di far conoscere alcune peculiarità del nostro territorio regionale, non sempre conosciuto anche da parte degli stessi docenti.
Merita attenzione il Piano Lauree Scientifiche dell’Università che quest’anno è aperto al corso di Studi in Scienze Geologiche. Tale Piano vede proprio nelle prossime settimane il coinvolgimento da parte dell’Università di Bari di docenti e studenti delle scuole superiori con seminari tematici sul carsismo e la cartografia ed escursioni sui paesaggi carsici (Altamura, Matera) ed altri paesaggi come i calanchi di Montalbano Ionico.

Quali, in tal senso, gli sforzi sul territorio dell’Ordine dei Geologi della Puglia e della Società italiana di Geologia Ambientale (Sigea), Sezione Puglia?
Alcune attività promosse hanno puntato direttamente all’educazione ambientale coinvolgendo direttamente i giovani con attività laboratoriali come il progetto Suolo e non solo in collaborazione con la Confederazione italiana agricoltura (Cia) e Universus-Csei, ma anche lo stesso Progetto Geositi nell’ambito del quale la Sigea si è occupata della informazione e sensibilizzazione attraverso il coinvolgimento di una scuola superiore in ogni provincia (libro geositi).
Ricordiamo anche la pubblicazione del volume redatto dalla Sigea sul «Patrimonio geologico della Puglia. Territorio e geositi» e le varie edizioni dei concorsi fotografici «Passeggiando fra i paesaggi geologici della Puglia» che vedrà a partire da maggio la promozione della sua settima edizione, concorso rivolto a tutti i geologi i cui meravigliosi scatti contribuiscono da anni alla redazione del calendario dell’Ordine dei Geologi della Puglia.
Per Sigea ricordiamoci del VII Simposio Internazionale sul patrimonio Geologico ospitato a Bari nel settembre 2012 con relativo mostra fotografica che è stata itinerante per molto tempo in varie scuole della provincia di Bari e dei parchi nazionali del Gargano e dell’Alta Murgia.