Le nostre foreste senza segreti

315
foto V. Stano

Realizzato un servizio con l’intento di arricchire l’offerta informativa del sito istituzionale www.infc.it attraverso soluzioni che facilitino l’accesso al patrimonio di dati e documenti già prodotto e a quello che deriverà dai rilievi inventariali del nuovo ciclo. I contenuti e le funzionalità del servizio potranno, quindi, essere arricchiti nel tempo con la produzione di nuovi dati e prodotti

Il Corpo forestale dello Stato (Cfs) e l’Unità di ricerca per il monitoraggio e la pianificazione forestale del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (Crea) hanno messo a punto un servizio web per l’accesso ai dati dell’Inventario nazionale delle foreste e dei serbatoi forestali di Carbonio (Infc).
Con un solo click è possibile accedere ai dati sempre aggiornati sulle foreste italiane consultabili all’indirizzo www.inventarioforestale.org.
Il servizio è stato realizzato con l’intento di arricchire l’offerta informativa del sito istituzionale www.infc.it attraverso soluzioni che facilitino l’accesso al patrimonio di dati e documenti già prodotto e a quello che deriverà dai rilievi inventariali del nuovo ciclo.
I contenuti e le funzionalità del servizio potranno, quindi, essere arricchiti nel tempo con la produzione di nuovi dati e prodotti.
Dalla conclusione dell’Inventario nazionale delle foreste e dei serbatoi forestali di Carbonio Infc2005, Cfs e Crea hanno costantemente messo a disposizione di Istituzioni, Amministrazioni locali, Università ed Enti di ricerca, liberi professionisti e privati cittadini i risultati dell’inventario, in forma di statistiche, di dati grezzi o elementari (per aree di saggio o albero) e/o come risultato di elaborazioni specifiche richieste dagli utenti.
In particolare l’Infc ha fornito al ministero dell’Ambiente i dati per la compilazione del National inventory report (Nir) previsto dal Protocollo di Kyoto, permettendo al Paese di rispondere positivamente agli impegni presi in tema di cambiamenti climatici in atto.
In totale, le richieste evase sono state oltre 70, provenienti da 54 soggetti diversi tra cui 16 Università, 12 Enti pubblici di ricerca, 8 Istituzioni nazionali (Ministeri, Istat), 17 Enti pubblici locali (Regioni, Province).
Con il servizio inventarioforestale.org l’accesso ai dati elementari Infc e alla documentazione di progetto viene reso ancora più semplice e rapido. L’utente può scaricare i dati elementari e la documentazione direttamente sul proprio dispositivo, previa registrazione al servizio.
I dati elementari vengono messi a disposizione in formato aperto e gratuito, con licenza d’uso Creative Commons CC-by, sottoscrivendo l’impegno di citarne la fonte e forniti a due livelli: per punto inventariale, come valori ad ettaro per area di saggio, e per albero e ceppaia. L’integrità della rete di campionamento e la riservatezza dei dati sensibili sono tutelati fornendo la posizione geografica dei punti inventariali con un’approssimazione al chilometro quadrato.
Ovviamente la produzione di statistiche ufficiali a livello nazionale, regionale o di altra unità territoriale rimane attività di esclusiva competenza di Cfs e Crea.
In definitiva un servizio quello di inventarioforestale.org che è finalizzato a migliorare la fruibilità dei dati del nostro inestimabile patrimonio naturale. Un servizio che consente l’accesso ai dati elementari, ossia dati di base utilizzati per la produzione delle statistiche ufficiali Infc, e alla documentazione di progetto, essenziale per una corretta interpretazione dei dati stessi.
Pur restando di proprietà esclusiva del Cfs, i dati vengono messi a disposizione gratuitamente e possono essere utilizzati per qualunque scopo, anche commerciale, e questo creando un sistema informativo più capillare, chiaro e alla portata di tutti.