Insetti, il cibo del futuro

4189
Bruchi in vendita a Kinshasa, Repubblica Democratica del Congo - Fao Giulio Napolitano
Bruchi in vendita a Kinshasa, Repubblica Democratica del Congo - Fao Giulio Napolitano

Per la nostra cultura gli insetti rappresentano qualcosa di sgradevole, spesso legato alle alterazioni degli alimenti. In altri Paesi il loro consumo è assolutamente normale e non suscita un senso di rifiuto. D’altra parte, noi stessi consumiamo prodotti come gamberetti o lumache e non proviamo disgusto. Dipende dalle abitudini e queste possono cambiare Le foreste […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.