Dopo 46 anni modificati quegli articoli…

2819
alberi

Franco Tassi ricorda che una articolata proposta di riconoscere il Diritto all’Ambiente, e di inserire nella Carta Costituzionale anche la tutela del Patrimonio Naturale, era già stata segnalata fin dal lontano anno 1976, ed era stata poi ribadita con forza nell’anno 1993, anche se poi la maggior parte delle forze politiche si era dimostrata assai poco sensibile alla tematica

Diritto AmbienteLe recenti modifiche agli articoli 9 e 41 della Costituzione hanno fatto riaprire il dibattito sulla necessità fondamentale di tutelare adeguatamente oltre al Paesaggio, il Patrimonio Naturale, gli Ecosistemi, la Biodiversità, e quindi la Fauna e la Flora.

Per una miglior comprensione della complessa situazione, Franco Tassi ricorda che una articolata proposta di riconoscere il Diritto all’Ambiente, e di inserire nella Carta Costituzionale anche la tutela del Patrimonio Naturale, era già stata segnalata fin dal lontano anno 1976, ed era stata poi ribadita con forza nell’anno 1993, anche se poi la maggior parte delle forze politiche si era dimostrata assai poco sensibile alla tematica. Sulla quale, tuttavia, una discussione era sempre continuata, con alterne fortune, e con proposte più o meno condivisibili, fino all’esito registrato ai giorni nostri.

I passaggi fondamentali della vicenda, durata quasi mezzo secolo, sono illustrati in alcune Pubblicazioni negli anni 1976, 1993 e 2013.

 

R. V. G.