Agrivoltaico, strumento di trasformazione sostenibile del paesaggio…

3957
Scognamiglio fig1
Fig. 1 - Rappresentazione schematica di un sistema spaziale agrivoltaico. I moduli possono essere disposti secondo varie configurazioni spaziali, le scelte tecnologiche relative all’impianto fotovoltaico sono attuate in base alle esigenze del progetto (sistemi fissi o sistemi ad inseguimento). Dal punto di vista spaziale, i moduli costituiscono un elemento di separazione dello spazio, la loro distanza reciproca, così come la distanza tra essi e il suolo, favoriscono l’ottimizzazione della condivisione della risorsa suolo e della risorsa solare da parte del fotovoltaico e delle colture. Lo spazio vuoto può essere definito «spazio poro», ed è il dominio del progetto di eventuali servizi ecosistemici aggiuntivi.

...ma se non si costruisce un’alternativa valida, la trasformazione del paesaggio avverrà senza che si sia costruita una visione che sostenga la qualità degli interventi, ma in esecuzione di frammentate […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.