EcoAtlante, il nuovo strumento per conoscere l’ambiente

852
ECOATLANTE

Proprio come se fosse un percorso metropolitano, l’EcoAtlante «trasporta» il visitatore in un luogo nel quale le informazioni raccolte dal Sistema informativo nazionale ambientale (Sina), si intrecciano a storie e narrazioni

È stato presentato dall’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) l’EcoAtlante, tutti i grandi temi ambientali che interessano oggi il nostro Paese finalmente disponibili on line con un unico punto di accesso.

Una novità assoluta in campo ambientale che in modo semplice e immediato, attraverso una serie di StoryMap, permette di conoscere scoprire, visualizzare e condividere le informazioni ambientali nazionali e locali.

Non è un semplice sito e neanche un portale è piuttosto un «viaggio» rivolto a tutti, dagli esperti a coloro che si avvicinano per la prima volta ai temi ambientali, da chi è semplicemente curioso a chi invece ogni giorno concorre in prima linea alle sfide presenti e future.

Proprio come se fosse un percorso metropolitano, l’EcoAtlante «trasporta» il visitatore in un luogo nel quale le informazioni raccolte dal Sistema informativo nazionale ambientale (Sina), si intrecciano a storie e narrazioni.

Funziona da pc, tablet e smartphone permettendo di restare così sempre connessi con la situazione ambientale del Paese.

Si può seguire il percorso o crearlo da soli in base alle proprie esigenze.

Per raggiungere questo scopo, si può scegliere tra tre diversi punti di accesso:

il «Viaggio», che permette attraverso un percorso cartografico, di andare alla scoperta dei dati ambientali italiani, un viaggio, per l’appunto, che porta alla conoscenza delle varie tematiche attraverso una nuova modalità di navigazione on-line, una tabula scritta su misura per chi è interessato a conoscere i dati, le sfide ambientali del nostro paese e il contributo della scienza per un mondo migliore; le «Storie», quelle che oggi sono le StoryMap, che raccontano storie reali e interessanti alla portata di tutti parlando d’ambiente e di scienza, con una prospettiva tutta nuova, diversa e semplice esplorando, navigando una o più storie e scoprendo qualcosa di nuovo; i «Dati», mappe che aiutano a capire «lo stato dell’ambiente», a localizzare i dati nel territorio nazionale e a conoscerne le caratteristiche, le quantità e le pericolosità.

Tre modalità differenti per conoscere e accedere alle più importanti informazioni ambientali.

Ma il bello, la novità assoluta, è la possibilità di realizzare mappe nazionali e locali personalizzate ed uniche nel loro genere con dati, percentuali e trend del Sistema nazionale protezione ambientale (Snpa). Basterà infatti sovrapporre gli indicatori provenienti dai diversi temi per creare la mappa che si desidera e condividerla su siti, social, blog, insomma, ovunque si voglia.

E come dice Michele Munafò nell’intervista curata da Ispra «l’EcoAtlante si avvale di una serie di storie su ambiti tematici diversi dalla sostenibilità ai cambiamenti climatici, a come cambia il territorio, al dissesto idrogeologico, ecc. e questo sia andando ad approfondire un singolo aspetto sia andando a creare mappe personalizzate sovrapponendo varie informazioni. L’ecoAtlante è uno strumento in continuo aggiornamento che sarà integrato con sempre più dati provenienti dalle Agenzia regionali e dal Sistema nazionale e permetterà di avere accesso a tutte le informazioni man mano che queste saranno prodotte e rese disponibili a tutti».

 

Elsa Sciancalepore