«No alle biomasse a uso energetico»

1699
biomassa

Scienziati scrivono al Parlamento europeo

Il pacchetto «Fit for 55» causerà deforestazione e danneggerà la sicurezza alimentare. L’Osservatorio interdisciplinare sulla bioeconomia (Oib) sostiene l’iniziativa di diffusione in Italia e la richiesta di Modificare le disposizioni in materia di bioenergiaDiverse decine di scienziati hanno inviato una lettera pubblica ai Governi degli Stati Membri dell’Unione europea e al Parlamento europeo in merito alle preoccupazioni relative alle disposizioni in materia di bioenergia del piano «Fit for 55», esortando i membri del Parlamento europeo a modificare le disposizioni in materia di bioenergia della proposta di legge Fit for 55.

Tali disposizioni trattano la biomassa come «carbon neutral» (nonostante la combustione di biomassa rilasci ancora più carbonio rispetto alla combustione di combustibili fossili) e premiano chi brucia biomassa indipendentemente, fra l’altro, dal tasso di deforestazione e di perdita di biodiversità a questo associato. Questo, di fatto, si trasforma in un incoraggiamento non solo a bruciare biomasse di scarto, ma a raccogliere e bruciare più legno dalle foreste e a dedicare milioni di ettari di terreni agricoli alla bioenergia, con grave ed irreversibile danno per la biodiversità, le foreste ed il clima. Ciò aumenterebbe sostanzialmente l’impronta di carbonio globale dell’Europa.

«L’impostazione del piano Fit for 55 da parte della Commissione europea prevede un aumento di quattro volte dell’importazione europea di legno per la bioenergia entro il 2050. Prevede inoltre che le colture energetiche entro il 2050 occuperanno 22 milioni di ettari in Europa, circa un quinto dei terreni coltivati, in competizione con i terreni per la produzione alimentare europea e il ripristino degli ecosistemi naturali!».

Gli scienziati firmatari dell’appello ritengono che modifiche ragionevoli possono evitare questi effetti indesiderati. Gli emendamenti dovrebbero eliminare il credito climatico per la combustione della biomassa forestale primaria.

L’Osservatorio Interdisciplinare sulla Bioeconomia ha inviato la lettera ai Deputati e ai Senatori della Repubblica Italiana, al Presidente del Consiglio dei Ministri e ai Ministri chiedendo una loro attivazione a sostegno della richiesta avanzata dagli scienziati.

Si chiede alle testate giornalistiche di promuovere questa importante iniziativa e si invitano i cittadini di farsi promotori di tale richiesta presso le istituzioni e di diffondere questa iniziativa ai propri contatti e attraverso i social.

 

(Fonte Oib)