Europee, Meloni: “A Strasburgo maggioranza compatibile o farò l’opposizione”

73
Tempo di lettura: 2 minuti

(Adnkronos) – In Europa "o riesci a costruire una maggioranza che è compatibile e quindi fai parte di una maggioranza che può dare una visione all'Europa" "oppure gli altri faranno la loro maggioranza. Io difenderò gli interessi nazionali senza farne parte al Parlamento europeo". Così la premier Giorgia Meloni a Skuola.net che dà anche un voto al governo, "75" su 100: "Un buon voto ma si può migliorare". Su cosa? "Su tutto, si deve sempre migliorare, non ci si deve mai accontentare, solo al 10, al 100 ti puoi accontentare". E' un messaggio al governo? "Anche a me stessa. Abbiamo fatto un buon lavoro, l'ultima soddisfazione Caivano, una grande emozione, altre cose meno bene. Una cosa su cui dobbiamo migliorare è la comunicazione. Però mi rendo conto che abbiamo fatto più cose di quelle che siamo riusciti a comunicare, e ho visto molti politici che comunicavano più cose di quello che facevano. Non so dire quale sia la cosa migliore: alla fine meglio fare di più anche se la gente sa di meno, piuttosto che far di meno e far credere di aver fatto di più ".  Lei prese "60/60esimi" conseguendo la "maturità linguistica". "Media alta, condotta bassa – ha detto Meloni – Secchiona? Non è la parola esatta, non è che studiassi tanto ma andavo bene. Ero la classica che, quando era necessario, mi chiudevo la notte prima dell'interrogazione e studiavo mezzo programma, presentandomi preparata".  Con la nuova riforma Valditara sarebbe stata bocciata per condotta? "No, non mi avrebbero bocciata. Di solito avevo 7 al primo quadrimestre, 8, me la cavavo, al secondo". La materia preferita "le lingue, avrei tanto voluto fare l'interprete". Le ha imparate "molto da autodidatta, molto a scuola sì ma anche grazie alla musica, le canzoni… Adoravo Michael Jackson, dovevo capire cosa dicesse nelle canzoni. 'Man in the mirror' è la canzone che preferivo", mentre pollice verso per la "matematica… mmmmh. Oggi ho il problema con mia figlia, che mi chiede di aiutarla".  "La colonna sonora della mia maturità è stata 'November Rain' dei Guns n' Roses. E' l'unica canzone della quale ho fatto un'intera cassetta, lato A e lato B, perché non c'era il pulsante repeat", ha detto ancora. Al liceo "ho fatto la rappresentante di classe, di istituto, ho fatto di tutto… mi mancava solo fare il preside".  —politicawebinfo@adnkronos.com (Web Info)