Il paesaggio che verrà

220

Nel 2100 un ipotetico viaggiatore vedrà un'Italia completamente mutata paesaggisticamente per effetto dei mutamenti ambientali a causa del riscaldamento del pianeta Dopo il fallimento della Conferenza dell’Aia del novembre 2000, alla fine di maggio di quest’anno si cercherà di rinegoziare e recuperare le decisioni che dovevano essere prese a L’Aia per arrivare così alla ratifica […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.