«In un altro mondo» in concorso al festival di Locarno

500

L’attività di un guardaparco in selezione ufficiale alla 62ma edizione della rassegna cinematografica di Locarno

Dario Favre approda sul grande schermo. Guardaparco al Parco Nazionale Gran Paradiso, è diventato il protagonista del film di Joseph Péaquin «In un altro mondo».

Il documentario racconta l’attività quotidiana di Favre all’interno del Parco valdostano: curare gli animali selvatici, salvaguardare l’ambiente e monitorare l’area protetta. Attraverso gli occhi, i gesti e il cuore di Favre, Péaquin riesce a far emergere la bellezza di una natura che va ben oltre l’immaginazione. Tutto nel Parco vive di una vita propria, che solo persone come Favre riescono a cogliere attraverso l’amore per il proprio lavoro.

Il film sarà proiettato al Festival internazionale del film di Locarno, in programma nella città svizzera dal 5 al 15 agosto, in formato HD Digital Cinema, che ha una resa qualitativa molto vicina al 35 mm.

Prodotto dal Parco Nazionale Gran Paradiso e dalla Fondation Grand Paradis, cofinanziato da Bim (Bacino imbrifero montano) e Banca di Credito Cooperativo della Valle d’Aosta, il documentario è un omaggio accorato al territorio valdostano.

Del resto, Peaquin non è nuovo a questo tipo di opere: da molti anni, infatti, si dedica alla valorizzazione del territorio valdostano, terra d’origine della sua famiglia, cercando di portarne alla luce peculiarità e particolari inediti e spesso dimenticati.

Un mondo nuovo che attraverso la narrazione filmica diventa patrimonio a disposizione di tutti.