La macchina pensante e l’anima esistente

181
Pensiero animale 55 LPerrini

Una creatura, forse l'unica, capace di pensare al futuro, di immaginare un domani, ha il dovere morale di far sì che il pianeta non venga distrutto sotto i colpi dell'ingordigia, ma continui ad evolversi rigoglioso e ricco di vita. Una creatura che immagina il futuro ha l'obbligo di prendersene cura Cogito ergo sum, ovvero «penso […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.