Al Nord ancora tempo pazzo

139
foto di Angelo Perrini

Da giovedì la breve tregua al nord, soprattutto sul settore orientale dovrebbe avere un drastico stop. Infatti aria più fredda proveniente dal nord Europa dovrebbe superare le Alpi e giungere fino all’Alto Adriatico. Sole e temperature più miti invece su Liguria, parte del Piemonte ed Alta Toscana

Analisi sulla settimana appena trascorsa. Un maggio fuori dei tradizionali canoni stagionali, un maggio di piogge, nevicate eccezionali sulle Alpi, straripamenti di fiumi e di frane. A subirne le conseguenze peggiori ancora una volta le regioni del nord che hanno visto coltivazioni finire «affogate» e terreni inseminabili perché trasformati in laghi di fango.
Anche lo scorso anno a maggio si verificarono condizioni analoghe anche se più attenuate, instabilità e temperature più basse soprattutto al nord anche nella settimana di mezzo del maggio del 2011. Viene allora da chiedersi se ormai questa e la configurazione climatica che dobbiamo aspettarci in futuro per quanto riguarda il mese di maggio. Quindi gli operatori del turismo nelle loro programmazioni di viaggi e permanenze in villaggi turistici mediterranei dovranno tenerlo presente. Ora vediamo cosa ci aspetta per la settimana entrante.

Le previsioni

Nulla di buono come inizio settimana, ancora piogge su parte delle regioni settentrionali e nel pomeriggi anche su Sardegna e in serata su Toscana. Anche martedì maltempo al nord e su parte del centro. Forti temporali sulla Sardegna meridionale. Al sud invece variabilità ed ampie zone di sereno con temperature nella media stagionale. Temperature soprattutto al mattino sotto la media stagionale al nord e su parte del centro. Da mercoledì il maltempo lascia finalmente il nord, ma si scatena al centro e su parte del sud.
Ma da giovedì la breve tregua al nord, soprattutto sul settore orientale dovrebbe avere un drastico stop. Infatti aria più fredda proveniente dal nord Europa dovrebbe superare le Alpi e giungere fino all’Alto Adriatico. Sole e temperature più miti invece su Liguria, parte del Piemonte ed Alta Toscana.
Venerdì finalmente sole e temperature regolari su gran parte delle regioni italiane, tuttavia un po’ di instabilità meteo si registrerà sul Triveneto e la Romagna. Da sabato e fino a domenica un nuovo impulso di aria più fredda interesserà ancora una volta le regioni settentrionali apportando instabilità meteo e abbassamento delle temperature.
Instabilità a tratti anche al centro, un po’ meglio al sud e sulle isole.