Piano piano l’autunno

191
foto di Pina Catino

Dopo martedì il maltempo si sposterà al sud e sulla Sicilia, lasciando ampi spazi di sereno sulle regioni nord occidentali e su quelle tirreniche. Le temperature scenderanno di qualche grado

Precisa come un orologio svizzero la nostra previsione sulla settimana appena trascorsa. Avevamo previsto clima quasi estivo su gran parte delle nostre regioni e così è stato dove, addirittura, a Trapani e a Palermo si sono sfiorati i 30 gradi. Poi avevamo previsto cieli velati e nebbie anche sull’Italia centrale è così è stato, infine temevamo della fastidiosa presenza di zanzare e mosche ed anche in questo caso, soprattutto al centro sud, ciò è avvenuto. Infine avevamo segnalato l’arrivo di piogge a fine settimana e l’abbassamento delle temperature ed anche in questo caso le previsioni non sono state tradite. Il mese di ottobre comunque ha chiuso con 2°C in più relativamente alla media stagionale degli ultimi 30 anni.
Ora vediamo se per la settimana entrante ciò che diremo sarà confermato.

Le previsioni

L’alta pressione africana si ritira su gran parte del bacino del Mediterraneo, sconfitta dalle correnti atlantiche. Pertanto da lunedì assaporeremo il senso dell’autunno. Cielo coperto, venti dai quadranti settentrionali e piogge sparse interesseranno prima le regioni nord occidentali, poi quelle alte e medie tirreniche e infine le regioni nord orientali. Cielo coperto e piogge anche su Emilia Romagna e Marche. Piogge localmente anche forti sulla Sardegna e sul Lazio.
Tutto questo fino a martedì, poi il maltempo si sposterà al sud e sulla Sicilia, lasciando ampi spazi di sereno sulle regioni nord occidentali e su quelle tirreniche. Le temperature scenderanno di qualche grado. I mari quelli settentrionali saranno da mossi ad agitati soprattutto rinforzati da venti di maestrale. Sulle Alpi la neve interesserà quote comprese tra i 1.400 metri e i 1.600. Per mercoledì residue piogge sulle estreme regioni meridionali, altrove variabile. Ancora venti dai quadranti settentrionali.
Giovedì cielo a tratti sereno al nord, ma con la comparsa di nebbia in Valle Padana e nelle valli interne dell’Italia centrale. In serata peggioramento del tempo sul Triveneto.
Venerdì un nuovo impulso di aria atlantica sull’Italia a cominciare dalle regioni nord occidentali dove saranno possibili piogge. Le temperature saranno stazionarie. Da sabato si prevede un ulteriore peggioramento del tempo che porterà piogge anche al centro e su parte del sud. Il prossimo week end quindi all’insegna «dell’autunno ritrovato».