L’esperienza di una estate in Austria

119

Un concentrato di arte, cultura e paesaggio da verificare di persona e, il momento migliore, è l’estate, quando il tripudio di colori e sapori raggiunge il massimo grazie anche al gran numero di eventi culturali, concerti e festival che si concentrano in questo periodo

Fare windsurf o sci d’acqua sul lago Neusidl, andare in bicicletta sulla Bartholomäberg, rilassarsi in un tonificante bagno con idromassaggio ed osservare l’incantevole panorama del Salzkammergut… sì siamo in Austria. Una nazione magica per storia e cultura, al centro dell’Europa e particolarmente accogliente.
Volendo fare un elenco delle sue bellezze naturali si rischia di dimenticarne qualcuna ma non si sbaglia se si dice che il cuore è costituito dall’antichissima regione di Pannonian, prima estesa tra i fiumi Danubio e Sava, i panorami a volte mozzafiato delle Alpi e gli incantevoli scorci che può offrire il Danubio, come un libro che sfoglia e non ti risparmia sorprese.

L’Austria non è solo paesaggio ma anche storia e cultura. Basta fare una passeggiata fra i borghi medievali per ritrovare tracce della comune storia europea che ancora sono vive e restituiscono intatto il loro fascino. Una continuità culturale che giunge fino ai nostri giorni a Graz con la collezione di arte contemporanea nel Kunsthaus Graz museum.

L’Austria è anche cucina. Senza dubbio una vera sorpresa che inizia passeggiando lungo i vigneti che per noi italiani sono un invito a sedersi a tavola. Ed è qui che si scoprono i deliziosi piatti tradizionali: dalle scaloppine viennesi all’Apfelstrudel fino alla bevanda nazionale, il Grüner Veltliner.

Il consiglio migliore che possiamo dare è di verificare tutto di persona ma, ricordarsi, che il momento migliore è l’estate, quando il tripudio di colori e sapori raggiunge il massimo grazie anche al gran numero di eventi culturali, concerti e festival che si concentrano in questo periodo.