Pronti contributi per la riduzione di rifiuti

215
rifiuti riciclaggio carta

Le risorse finanziarie disponibili sono pari a € 513.475,22. Sono ammessi a partecipare alla procedura i soggetti pubblici e privati (senza scopo di lucro) che hanno in essere progetti o programmi, già finanziati in quota parte dall’Unione europea, in materia di riduzione e prevenzione della produzione di rifiuti

È stato pubblicato sul sito ufficiale del ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (Mattm), come già precedentemente annoverato dal D.M. 265 dell’11 novembre 2014, un avviso relativo al bando pubblico per l’attribuzione di contributi economici a soggetti pubblici e privati per azioni aggiuntive e funzionali a progetti e programmi in materia di riduzione e prevenzione della produzione di rifiuti, già finanziati in quota parte dall’Unione europea.
Il bando avvia una procedura ad evidenza pubblica per la selezione di progetti di riduzione e prevenzione della produzione e nocività dei rifiuti.
Sono ammessi a partecipare alla procedura i soggetti pubblici e privati (senza scopo di lucro) che hanno in essere progetti o programmi, già finanziati in quota parte dall’Unione europea, in materia di riduzione e prevenzione della produzione di rifiuti, con priorità alle azioni di innovazione e di informazione, sensibilizzazione e comunicazione così come proposto dall’Allegato IV della Direttiva Comunitaria n. 2008/98/CE, nonché dall’Allegato L del decreto legislativo 3 dicembre 2010, n. 205.
Ciascun soggetto pubblico e privato (senza scopo di lucro) può presentare una sola richiesta di contributo. Le risorse finanziarie disponibili sono pari a € 513.475,22.
Le istanze di concessione del contributo dovranno essere compilate utilizzando l’apposito modulo scaricabile dal Sito internet sezione bandi. Tale modulo dovrà essere compilato in ogni sua parte, corredato di tutta la documentazione e dichiarazioni, debitamente sottoscritte, richieste nel bando e inviato entro e non oltre 30 giorni dalla data di pubblicazione del bando sulla gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Un bel gruzzolo che ci si auspica possa essere veramente di aiuto all’ambiente nella definizione di programmi volti alla sua salvaguardia e di azioni mirate al conseguimento di politiche programmatiche che diano meno spazi ad errori umani e a dimenticanze di stile.